giovedì 20 settembre 2012

"La Luna E Il Lago" un manga di Hinako Ashihara

Delle storie brevi proposte in Italia, "La luna e il lago" è il volume di questa mangaka che mi è piaciuto di più. 

Il racconto che dà il titolo all'albo è molto profondo poiché vede la protagonista incontrarsi con l'amante del nonno e a confrontarsi con una donna di una generazione del tutto diversa dalla sua. L'ambientazione "campagnola" con bei paesaggi rende il tutto più suggestivo. Non sono riuscita a capire da quale libro di Banana Yoshimoto è stato tratto, li ho letti tutti ma forse mi è sfuggito qualcosa. Voto racconto "La Luna e il lago": 8

Ma il vero capolavoro è l'altra storia, ossia "Nora di Dicembre". È' molto commovente, vi avverto. L'ho trovata profondissima e anche se magari ad un certo punto sembra surreale (non anticipo) non c'è molto da stupirsi, esistono davvero mamme che trattano i loro figli come fossero bambolotti, quindi a me sinceramente non ha colpito molto quando poi rientra in scena un certo personaggio. Poi la storia di questa gatta nera che fa da filo conduttore... mette quasi i brividi [ebbene sì io ADORO i gatti, specie se sono neri...] insomma, davvero stupendo! Spero che la Hinako Ashihara nelle sue opere future lascerà intatto questo filo di nostalgia e speranza che ha caratterizzato così tanto "Nora di dicembre". Storia che consiglio a tutti. Voto: 9,5


L'edizione della Planet Manga, è senza infamia nè lode. Il prezzo basso 4,30 è sinonimo anche di qualità non proprio eccelsa.
La carta usata è abbastanza nella media [come sono brava oggi...] non c'è ovviamente la sovra copertina. La cosa brutta di queste edizioni e che spesso e volentieri si scollano come nulla. 

Consiglio questo volume unico a chi ama i racconti pieni di atmosfera, e che si distaccano dalle storie di studentesse liceali e via dicendo.

"La Luna E Il Lago" (titolo originale: "Tsuki to Mizumi")
Volumi pubblicati: 1 (volume unico)
Pubblicato in Italia dalla Planet Manga.

Storia: 8,5
Disegni: 8,5
Edizione Planet Manga: 5,5


























L'immagine è tratta dal mio racconto preferito "Nora di Dicembre".

Nessun commento:

Posta un commento