domenica 7 ottobre 2012

"Cuori Colpiti" un manga di George Asakura

L'altro giorno ero rimasta senza nulla da leggere e allora mi sono riletta "Cuori Colpiti" della bravissima George Asakura, un josei pubblicato dalla Flashbook molti anni fa. Io lo comprai all'epoca, quindi la storia non me la ricordavo, ovvero ricordavo solo certi passaggi.

Si narrano le avventure amorose di diversi studenti di terza media, che frequentano la stessa scuola e quindi si conoscono tra di loro. Ogni capitolo è dedicato ad un personaggi diverso.

Si comincia così a fare la conoscenza di Negishi, ragazza insicura e innamorata di Arai. Pur di creare un contatto con l'oggetto del suo desiderio, la ragazza lo esorta ad avere un rapporto sessuale con lui, rapporti che continueranno spesso, espletati in una serra di pomodori.
La ragazza pensa che il sesso e il suo corpo, sia l'unico modo per tenere legata a sè Arai, che sembra interessato a Ruri, una bella ragazza e loro compagna di scuola. Ma è davvero cosi?

Il capitolo successivo è proprio dedicato a Ruri, questa bella ragazza che invece non è interessata ad Arai bensì al suo professore. Un'amore impossibile, fatto di sguardi e contatti fugaci....Il professore non vuole rimanere coinvolto in uno scandalo simile (se mai si venisse a sapere) e fa capire alla ragazza che quella non è la cosa giusta da fare.

Poi c'è il capitolo dedicato a Maki, una ragazza che dice a tutte di frequentare un bel studente universitario. Con lui si sente amata e protetta, non le fa mancare nulla...Insomma è l'uomo perfetto! Peccato che tutto ciò è opera dell'immagine della ragazza, non esiste nessun fidanzato. Maki vive in un castello di bugie, e sarà il suo compagno di banco Shiina a cambiare le carte in tavole.

Conosciamo poi Atsuko, ragazza con una situazione familiare abbastanza disastrata che  ha un rapporto sentimental/sessuale con Seiji, dongiovanni impenitente. Quando la ragazza scopre che Seiji viene pagato dai suoi compagni di classe per assistere ai loro incontri amorosi, Atsuko va ovviamente su tutte le furie, ma non riesce mai a staccarsi completamente dal ragazzo, nonostante cerchi di farsi una vita con un compagni di classe di un anno più giovane.

"Cuori Colpiti" colpisce (appunto come suggerisce il titolo) per la cruda realtà con cui sono ritratti gli adolescenti di oggi. Ragazzi e ragazze di 14 anni che hanno rapporti sessuali come nulla fosse, quando io a quell'età invece pensavo solo a "Sailor Moon" e probabilmente non mi ero neanche sbarazzata delle mie Barbie...
Certo il tratto della Sensei è molto curato per quanto riguarda i vari personaggi, che comunque a mio avviso dimostrano molto di più dell'età che hanno...Sembrano più che altro liceali all'ultimo anno.
Gli sfondi sono quasi assenti, ma quando ci sono sono dettagliati e gradevoli.

L'edizione della Flashbook è uguale identica a quella giapponese. Formato 15x21 e illustrazioni a colori iniziali (presenti solo nel volume 2) ad un prezzo di 6,90. La carta è molto buona.
Raramente ho visto edizioni così curate.
Sperando che questa casa editrice pubblicherà in futuro altri josei di questo genere, non mi resta che aspettare il 2013 quando verrà pubblicato "Piece Of Cake" della stessa autrice, ma dalla GOEN.

Lettura consigliata a chi vuole conoscere uno spaccato attuale del Giappone, dove non è tutto petali di ciliegio e oggetti kawaii.


"Cuori colpiti" (titolo originale: "Heart o Uchinomese!")
Volumi pubblicati: 2 (serie conclusa)
Pubblicato in Italia dalla Flashbook.

***Lettura consigliata ad un pubblico MATURO***

Storia: 8
Disegni: 8,5
Edizione Flashbook: 10




5 commenti:

  1. Io ho ancora le bambole e sinceramente ancora qualche Barbie la compro! xD
    Questo manga mi piacque molto!

    RispondiElimina
  2. @Nyu: le mie povere Barbie mia madre le ha date via sigh :( ne volevo almeno qualcuna come ricordo...ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho praticamente distrutto quelle che avevo da piccola ma poi, quando vidi per la prima volta Sailor Moon, comprai la sua bambola che ho ancora adesso (penso che ormai avrà più di 10 anni).. in seguito ne ho prese altre e anche una Barbie vera e propria.. ora sto adocchiando un'altra bambola.. sto regredendo! *o*

      Elimina
  3. ma fai bene *__* Non so te, ma io ho un debole per le Barbie anni '80 e '90....Specialmente quelle dei primi anni '90 mi ricordano quando ero bimba.
    Mi ricordo che quando ero piccina, più che comprare Barbie, compravo un sacco di vestiti!!! Avevo al max 5 Barbie (tutte diverse tra loro...La classica bionda, quella di colore, quella coi capelli castani ecc) e un mucchio di vestite di tutti i tipi! Alcuni vestiti me li cuciva apposta un'amica di mia madre che faceva la sarta..OK la smetto XD XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne avevo solo 2 e non ti sto a dire i vestiti che facevo io.. hahahahha!
      Poi ho iniziato a cercare di cambiar loro make up e taglio di capelli e sono venute fuori Drag queen da fare resuscitare i morti! Per questo poi io stessa le ho "lasciate andare".
      Con una mente più "matura" poi ho ripreso a comprarne senza distruggerle!
      http://nyu81oresama.blogspot.it/2011/09/il-mio-regalo-per-me.html

      Elimina