giovedì 18 ottobre 2012

"Kiss & Never Cry" di Yayoi Ogawa

Finalmente ho finito di leggere questa serie!!! L'avevo comprata in blocco a prezzo *quasi* stracciato ma il volume speciale (il numero 11) è uscito solo a Settembre, e così ieri sera ho finito di leggerlo (l'avevo comprato solo di recente).
Siccome amo molto il genere josei credevo di andare incontro ad una lettura strabiliante, se non pari a "Sei il mio cucciolo" della stessa mangaka e sicuramente uno dei manga migliori che abbia mai letto.

Però qualcosa, andando sempre piu' avanti con la lettura, è andato sempre piu' scemando. Per fortuna verso la fine è migliorato molto, facendomi decidere per un "7" finale come voto complessivo, ma sicuramente avevo aspettative più alte.

La storia è quella di Michiru, una pattinatrice che all'inizio della storia ha 18 anni (negli ultimi volumi ne avrà 21) che purtroppo quando era bambina è stata vittima di abusi da parte del patrigno e della sua cricca di pervertiti.
Ovviamente questo trauma segna molto la ragazza, che si sente "sporca" e mina le sue relazioni con l'altro sesso.
Come se non bastasse Michiru, sempre quando era piccola, è anche testimone dell'omicidio del suo allenatore Kakeru. [mamma mia poveretta!!! urge un viaggio a Lourders...! n.d.C.]


Tornando al presente, Michiru che è una pattinatrice individuale, è costretta, a causa di un problema al ginocchio ad evitare i salti, cosi pur di non abbandonare il pattinaggio, decide di diventare una danzatrice sul ghiaccio, in coppia proprio col fratello del suo allenatore morto, Hikaru.

Hikaru è il gioiellino di questo manga, un personaggio dalle mille sfaccettature, che siano buffe, che siano più malinconiche. In poche parole lo amo XD

La storia è "narrata" da Leon, amico d'infazia di Michiru, che diventerà il coreografo dei due pattinatori.

Michiru e Leon hanno due caratteri abbastanza chiusi, il secondo proprio mi dava sui nervi con la sua "mosceria" (non per nulla è soprannominato "faccia da funerale" in qualche tavola).

Insomma una storia che parte molto lenta all'inizio e a tratti ho trovato un po' noiosa, ma ripeto, per fortuna ad un certo punto c'è una specie di "sprint" che cambia un po' la percezione dell'opera.

I disegni di Yayoi Ogawa sono molto belli, poi c'è un glossario con tutte le spiegazioni per i termini tecnici usati nel pattinaggio, che aiuta molto.

Di "Kiss & Never Cry" esiste anche un numero extra intitolato "Kiss & Never Cry - Plus" che nell'edizione italiana è diventato semplicemente il numero 11.
In pratica in questo volume, Michiru e Hikaru sono costretti a tornare a pattinare, dovendo sostituire la coppia di Chiharu (rimasta infortunata) e dell'altro tizio.
Ovviamente c'è spazio anche per i numerosi personaggi secondari, come Dominique & Fumi, Lena & Yuya, la coppia di rivali/amici danzatori cinesi e se ho dimenticato qualcuno perdonatemi XD


L'edizione GP è PIETOSA, fino al numero 6 (se non sbaglio) la carta fa schifo (sembra riciclata, ma riciclata MALE...). Per fortuna poi la carta cambia, anche se i volumi si "assottigliano" un po' (non perchè sono più brevi, credo proprio sia il nuovo tipo di carta a farli assottigliare, essendo piu' sottile). Pero' *BAM* il colpo di grazia lo sia ha con l'ultimo volume uscito a distanza di parecchio tempo dal numero 10 e si ritorna all'edizione schifida con carta riciclata e in piu' o pure trovato qualche pagina attaccata -.-

Concludendo, in un marasma di manga inutili "Kiss & Never Cry" lo consiglio senz'altro, il problema è che forse io avevo aspettative troppo alte. 



"Kiss & Never Cry"
Volumi pubblicati: 10 + 1 (serie conclusa)
Pubblicato in Italia dalla GP.

Storia: 7
Disegni: 8,5
Edizione GP: 4




6 commenti:

  1. Io non l'ho preso ma immagino che sia carino.. in futuro chissà.. :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si carino la parola giusta. Nel senso che non fa schifo ma ci sono sicuramente letture migliori :)

      Elimina
  2. è una lettura piacevole almeno per quello che mi riguarda, l'edizione fa peggio che schifo.
    il numero 11 non sono ancora riuscita a trovarlo, oltre alle edizioni fa schifo anche la distribuzione di gp >_> amen.

    dici che sei il mio cucciolo è meglio? dovrei recuperarlo? a me a pelle non mi ha mai detto nulla, avevo dei numeri sparsi presi a meno di un euro che poi ho rivenduto... ma non ricordo neanche se li ho letti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm per quanto riguarda "Sei il mio cucciolo" io sono molto di parte...E' uno dei miei titoli preferiti in assoluto quindi non so..Secondo me dovresti provarlo <3
      Appunto perchè "SIMC" era stata una delle mie serie preferite, avevo forse aspettative troppo alte per questo manga della stessa autrice.
      Si guarda che io per trovare l'11 ho faticato un po'...La GP ne ha riservato un'edizione schifosa cosi' come lo è appunto la sua distribuzione =_=

      Elimina
  3. Io non ce l'ho (non se si è capito ma il genere josei è quello che leggo meno alla fine) ma mi ispirava parecchio Sei il mio cucciolo (che pure non ho mai preso), anche se la lunghezza (14 volumi) e il tratto che non mi esalta troppo per ora mi hanno fatto desistere ^^

    RispondiElimina
  4. @Acalia: "Sei il mio cucciolo" è uno dei miei manga preferiti in assoluto...Davvero una perla...Il protagonista, Takeshi, è davvero così fragile ma risoluto allo stesso tempo...Ho adorato quel manga. Si il tratto della Ogawa è abbastanza particolare, comunque se proprio hai la possibilità di scegliere tra "Kiss&Never Cry" e "Sei il mio Cucciolo" ti consiglio vivamente quest'ultimo titolo :) Anche io odio i manga troppo lunghi ma 14 volumi ci stanno e non c'è l'effetto SOAP/allunghiamo tanto per vendere.

    RispondiElimina