domenica 28 ottobre 2012

"Proiettili di Zucchero" di Sakuraba & Sugimoto

Oggi vorrei brevemente parlarvi di "Proiettili di Zucchero" serie in 2 volumi editi dalla Planet Manga, disegnati da Iqura Sugimoto e tratti dal racconto "Sugar candy bullets can't pierce anything" di Kazuki Sakuraba.
Un manga atipico, uno shounen che sembra uno shoujo a tutti gli effetti. Le protagoniste sono due ragazze: Nagisa e Mokuzu.
La prima è una ragazza come tante che vive in un paese di campagna, che già a 13 anni deve occuparsi della casa visto che il padre è morto in mare, la madre lavora come una forsennata e il fratello di 17 anni è un hikikomori (disagio psicologico che porta una persona ad estraniarsi dal mondo esterno, chiudendosi in casa e vegentando davanti al Pc piuttosto che libri o fumetti).
Nagisa ha già deciso cosa farà nel suo futuro: si iscriverà ad un accademia militare (o qualcosa di simile) per non gravare ulteriormente sulle spese della famiglia, rinunciando a frequentare le scuole superiori.
Un giorno però la vita monotona della protagonista cambia: entra infatti in scena Mokuzu Umino, una nuova studentessa venuta dalla metropoli di Tokyo.
Una ragazza molto carina che attira l'attenzione di tutti. Mokuzu però è strana. Dice di essere una sirena, sembra non ascoltare le domande degli altri e zoppica.
Si dice in giro che sia una grande bugiarda e che farebbe di tutto per attirare l'attenzione su di sè. Il padre è un famoso cantante che debuttò con un Cd singolo dove cantava di "una sirena che poi viene mangiata dal suo amato". La madre invece è un'attrice rimasta a Tokyo.

La cosa che accomuna le due ragazzine è una sola: la solitudine. Solo che Mokuzu sembra inventarsi un mondo tutto suo per sfuggire alla trista realtà che ogni giorno l'aspetta. Anche quando Nagisa si accorge che l'amica ha parecchi lividi, sembra credere (o vuole credere) che in realtà non sono lividi, ma è l'inquinamento del mare che fa male alle sirene. Già perchè Mokuzu dice di essere una sirena, anzi la principessa di tutte le sirene.
A poco a poco le due diventano sempre sue amiche fino all'amara verità che pero' non svelo perchè voglio che leggiate assolutamente questa mini serie.

Il tratto di Iqura Sugimoto è assai accattivamente, e la storia originale di Kazuki Sakuraba lascia meravigliati per l'originalità e i tanti momenti delicati, fino ad arrivare all'epilogo sconvolgente.
L'edizione Planet Manga è ottima, con pagine a colori iniziali, sovra copertina e ottima traduzione.

All'inizio ero titubante sull'acquisto di questo manga, mi sono ricreduta subito. Sembra uno shoujo molto realistico per quanto possano fare male certe scene. Molto consigliato.


"Proiettili di Zucchero" (titolo originale: "Sotougashi no Dangan wa Uchinukenai")
Volumi pubblicati: 2 (serie conclusa)
Pubblicato in Italia dalla Planet Manga


Storia: 9,5
Disegni: 9
Edizione Planet Manga: 9






6 commenti:

  1. Devo ancora leggerlo.. ultimamente non ho avuto assolutamente tempo a causa del crollo della libreria in camera.. ancora adesso sto cercando di riordinare!

    RispondiElimina
  2. te lo consiglio caldamente...Sono solo 2 volumi e la storia m'è piaciuta davvero molto.
    Si spero che presto riuscirai a fare ordine. Pensa che a me una volta s'era sfasciato un porta CD in piena notte, non ti dico che spavento...=__=

    RispondiElimina
  3. In effetti è una serie sorprendente. Non conoscevo l'autrice, e mi è venuta voglia di recuperare Variante.

    RispondiElimina
  4. Uhm a me "Variante" non mi ispira molto...Pero' il tratto dell'autrice è davvero gradevole ;)

    RispondiElimina
  5. Sembra davvero carino! *-*
    Pensa che non mi sono nemmeno accorta della sua uscita :P Col fatto che ho la casella in fumetteria e, se esce qualcosa di nuovo che mi interessa mando una e-mail, a volte mi perdo qualche chicca =_=

    RispondiElimina
  6. Si Lith è davvero molto bello...Ti consiglio di recuperarlo, è una spesa che ti soddisferà :)

    RispondiElimina