giovedì 25 luglio 2013

"Una Lama Vestita di Fiori" di Hina Sakurada

Mi sono avvicinata a questo volumetto unico edito dalla Planet Manga perchè il disegno era abbastanza particolare (sicuramente migliori di tanti altri shoujo pubblicati in questo periodo).
Purtroppo bel disegno non equivale a storia altrettanto bella.

L'albo presenta due storie a se stanti. La prima si intitola appunto "Una lama vestita di fiori" mentre l'altra vira sul genere fantasy e si chiama "Beautiful World".

Nel primo racconto, la liceale Kako fa da modella per il suo insegnante d'arte, che vorrebbe dipingere veri e propri quadri.
L'insegnante si è sempre comportato in modo gentile con Kako e lei, che si innamora di lui dopo aver passato con l'insegnante tanto tempo prima che il quadro si ultimasse, decide di dichiarargli i suoi sentimenti.
Con l'occasione del diploma, la ragazza decide di parlare al professore ma una sua amica, Yuri, le dice senza troppi complimenti di non illudersi, che appena il quadro sarà ultimato saranno finiti anche i loro incontri.

Kako da appuntamento all'insegnante davanti alla statua di Hachiko,e aspetta svariate ore. L'insegnante si va vivo di sera e la accompagna a casa, quindi la protagonista le dice cosa prova. Lui cerca di minimizzare, le dice che per lui lei è solo una studentessa e che per di piu' è già fidanzato.

Quando Kako scopre che la fidanzata non è nient'altro che Yuri, nella sua mente scatta qualcosa che la porta alla deriva, cercando di sedurre il professore anche con un rapporto orale (......).

"Beautiful World" è una storia più breve, e narra di un ragazzo dalle sembianze vagamente demoniache. Gli abitanti del suo villaggio lo allontanano proprio a causa del suo aspetto e quindi decide di andare a vivere in un bosco poco lontano. 
Un giorno incontra una ragazza di nome Alice,e lui farebbe di tutto per riuscire a stringere un'amicizia.
L'incipit di questa storia non è malvagio, ma le poche pagine che aveva l'autrice a disposizione hanno influito sulla caratterizzazione dei due personaggi, a mio avviso troppo piatti.

Questo volume unico è assolutamente evitabile. A partire dal fatto che è totalmente inverosimile, voglio dire un professore che sembra un adolescente vestito come un truzzo, ma dove lo abbiamo mai visto?
Non c'è una parvenza di realtà in quanto raccontato dalla Sakurada, ancora piu' grave è che la storia che ne esce meglio è il racconto breve in stile fantasy, che ovviamente di  verosimilità ha poco o niente.

Non ricordo se alla fine c'è una storia  molto breve di un paio di pagine, poichè ho venduto il volumetto e non ce l'ho più sotto mano.

I disegni di Hina Sakurada a me sinceramente piacciono, anche se appunto sono troppo fuori dalla realtà. Il professore raffigurato come un ragazzino alla super moda è credibile come la mia professoressa di matematica delle superiori che va a ballare in discoteca....
Apparte questo, ho trovato il resto tutto molto curato, anche se le espressioni dei personaggi a volte sono davvero angoscianti e troppo esagerate a mio avviso.

L'edizione Planet Manga è ottima (anche se un po' cara). Ci troviamo un volumetto che si sfoglia bene, con un'ottima qualità della carta e una bella sovra copertina. Il prezzo è 6,50 €.

Questo one shot non lo consiglio a nessuno , se proprio dovete leggere qualcosa dell'autrice vi consiglio "Dead Friend's Love Letter" che comunque rasenta appena la sufficienza (e magari di questo titolo vi parlerò un'altra volta). Da agli altri volumetti unici dell'autrice mi sono tenuta a debita distanza.


"Una Lama Vestita di Fiori" (titolo originale: "Hana wa Knife o Mi Ni Matou")
Volumi pubblicati: 1 (volume unico)
Pubblicato in Italia dalla Planet Manga.


Storia: 4,5 (voto inteso come la somma dei due racconti)
Disegni: 7,5
Edizione Planet Manga: 9





6 commenti:

  1. Anche a me non è piaciuta la storia.. i disegni e la copertina mi hanno ingannata!

    RispondiElimina
  2. esatto sono stata ingannata anche io...I disegni non sono niente male (Anche se le espressioni sono super esagerate O_O ).

    RispondiElimina
  3. Graficamente mi aveva incuriosito, ma dopo una breve sfogliata ho deciso di lasciarlo in fumetteria, e a quanto pare ho fatto proprio bene!

    RispondiElimina
  4. Ci ho dato un'occhiata ma non mi convinceva al 100% per cui, visto che spendo già una fortuna in manga, l'ho lasciato in fumetteria.

    RispondiElimina