sabato 24 agosto 2013

"Citrus" un manga di Ayuko

Dopo la mezza delusione del one shot "Non ucciderò piu' le uova", Ayuko torna a deliziarmi con "Citrus" serie in due soli volumi edita da Flashbook (come tutte le altre sue opere).

Il plot è abbastanza semplice ma ben orchestrato e senza cadere in clichè gratuiti. La storia ruota attorno a 4 studenti delle medie e ogni capitolo (quasi sempre) è dedicato a ciascuno di loro, in modo da conoscere meglio la psicologia del personaggio, il suo passato e i suoi sentimenti.

La storia è ambientata a Kinoto, un paese di campagna abbastanza piccolo situato a molto lontano da Tokyo. Shiho è diciamo la protagonista, una ragazzina abbastanza ordinaria e come tante con la passione del pianoforte (lo suona nel club di musica).
La solita routine viene spezzata con l'arrivo da Tokyo di una nuova studentessa, tale Nanami. La ragazza sembra fregarsene di tutti e di tutti, è parecchio silenziosa e piuttosto algida, ma quando viene interpellata su qualcosa non si tira indietro e dice la sua in modo spiccio senza troppi preamboli.

Gli altri due protagonisti del manga sono Takashi, il classico bravo ragazzo primo della classe e amico d'infanzia di Shiho (infatti lei lo chiama "Tacchan") e Soma che è il suo esatto contrario. Ragazzo problematico, assenteista e per di piu' quasi emarginato perchè in passato accusato di aver rubato il telefono cellulare proprio di Takashi.

Con l'avanzare della storia, la terza media si avvia alla conclusione e ognuno deve decidere cosa fare. Shiho vorrebbe studiare pianoforte seriamente, ma ha dubbi sulla sua reale bravura. Nanami vorrebbe tornare a Tokyo dal padre, un fotografo, ed è combattuta nei confronti della madre.
Takashi si scopre avere una cotta per la migliore amica di sua sorella, che però è una cotta non corrisposta.
Mentre Soma deve fronteggiare i problemi di salute della madre e medita di non continuare dopo il diploma.

Quattro personaggi diversi tra loro, con sogni diversi e problemi differenti. Ognuno probabilmente prenderà la sua strada e forse neanche si vedranno piu' (o almeno cosi' inteso, tranne per due di loro ma non vi anticipo chi).
E' proprio questo il significato di "Citrus" cioè adolescenza un po' aspra, che lascia un sapore dolce-amaro. 

Il tratto di Ayuko è sempre una delizia per gli occhi, in bilico tra disegno realistico e tratti abbozzati. 

L'edizione Flashbook stavolta l'ho trovata migliore rispetto al one shot precedente della stessa autrice, con carta piu' di qualità. L'unica cosa che non m'è piaciuta è il logo, un po' pacchiano.

Visto che sono solo 2 volumi e si legge che è una meraviglia, lo consiglio!

"Citrus"
Volumi pubblicati: 2 (serie conclusa)
Pubblicato in Italia dalla Flashbook.


Storia: 8
Disegni: 8,5
Edizione Flashbook: 8.



Aggiungi didascalia

10 commenti:

  1. Sembra una miniserie interessante! :) la ragazzina nell'immagine è la protagonista?**
    Grazie per la recensione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie a te per averla letta ;)

      Si si la ragazzina con i codini è Shiho, la protagonista^^.

      Elimina
  2. devo andare a prenderlo in fumetteria insieme a non ucciderò più le uova, non vedo l'ora di leggere tutto quanto!
    mi piace un sacco lo stile di ayuko!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche a me Ayuko non dispiace, "Non ucciderò piu' le uova" però non mi ha fatto impazzire molto meglio i precedenti volumi unici ;)

      Elimina
    2. uhm... io devo ancora prenderlo, certo che così l'entusiasmo pre-lettura scade di molto... però non credo resisterò alla tentazione! XD

      cmq grazie per l'avviso, darò la precedenza ad altro ^^

      Elimina
    3. Figurati! Infatti se hai da prendere altro prima, ti conviene dare la precedenza ad altri manga ;) Citrus invece è davvero molto ma molto carino.

      Elimina
  3. Il primo volume mi è piaciuto molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero? ^__^ Davvero una mini serie molto carina ;)

      Elimina
  4. Non credo che lo prenderò adesso, ma se mi capita un'occasione tengo presente che è un titolo interessante ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è un titolo che sicuramente merita, a tratti molto delicato ;)

      Elimina