giovedì 29 agosto 2013

"Il Silenzio Dell'Onda" un libro di Gianrico Carofiglio

Per quanto riguarda i libri, cerco di tenermi alla larga dagli autori italiani. Ovviamente ci sono delle eccezioni, ma la maggior parte dei libri nella mia libreria sono di autori internazionale, con una predisposizione per gli scrittori giapponesi, cinesi e americani.

La mia migliore amica mi ha regalato questo libro di Gianrico Carofiglio, autore che io conoscevo giusto perchè me ne aveva parlato lei. Devo dire che sono rimasta subito ipnotizzata dalla storia e dal suo evolversi.

Il libro racconta di Roberto, un quarantenne con un passato di infiltrato presso organizzazioni molto pericolose. Grazie alla sua conoscenza ottimale dell'inglese e dello spagnolo (è per metà americano), è riuscito con il suo lavoro di copertura, a smantellare diverse organizzazioni dedite al traffico della droga internazionali.
Però anni e anni di vita sotto copertura e di nuova identità, sommati al fatto che dopo un po' si creava comunque un rapporto di "amicizia" con il malvivente di turno che poi ovviamente veniva arrestato, l'hanno trascinato in una spirale depressiva, tanto che ha tentato il suicidio.

E' stato dunque messo in "stand-by" e il libro inizia proprio con le sue sedute dallo psichiatra, una figura chiave dell'intera vicenda.
Le giornate di Roberto passano piuttosto monotone, con una fatica atroce a dormire la notte e la sgradevole sensazione di non ricordare avvenimenti passati, anche semplici.

Le cose cambiano quando nota Emma, una paziente dello stesso psichiatra. Un giorno l'auto di Emma va in panne e Roberto le tende aiuto.
Da qui è l'inizio del rapporto tra i due, e ovviamente c'è spazio per approfondire qualcosa di piu' dei loro passati.
L'unica nota dolente è che il personaggio di Emma è poco "trattato", l'autore non dico che doveva riservare la stessa importanza con cui ha descritto gli avvenimenti del protagonista, ma poteva comunque cercare un giusto compromesso.

Insomma, la storia di un uomo quasi alla deriva, con un passato turbolento ma con una nuova prospettiva di vita. A tratti toccante.

"Il Silenzio dell'onda"

Pagine: 300 circa. 

Pubblicato in Italia dalla Rizzoli.


Voto Complessivo: 7,5




4 commenti:

  1. Anche io tendo ad evitare per principio (forse un po' per auto-razzismo) gli autori italiani ma questa è la dimostrazione che tutti i pregiudizi fanno male XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto^^ poi è stato pure un regalo, quindi ben venga ^__^

      Elimina
  2. E' vero, è un pregiudizio... che io mi tengo abbastanza stretto! ^^
    Tra l'altro tempo fa mi avevano prestato un librino proprio di Carofiglio e non l'ho trovato brutto, ma neanche bello.
    I problemi, per quanto mi riguarda, sono due: il primo è che dopo aver letto 50 romanzi di autori/autrici italiani "giovani", e dopo che 49 di essi non mi sono piaciuti (o mi hanno lasciato tiepidino), ho deciso che evidentemente la letteratura italiana contemporanea non fa per me; il secondo problema è che essendoci al mondo - per quanto mi riguarda - migliaia di splendidi libri da leggere, ed essendo la vita limitata (ahimé...), preferisco "andare sul sicuro" e leggere autori/autrici "classici" che so già non mi deluderanno.
    Ma così - mi direte giustamente - ti precludi eventuali novità degne di nota!
    Eh no - dico io - perché seguo i vostri bellissimi blog, quindi sarete VOI a tenermi informato e aggiornato sulle novità degne di nota ;-)
    Un carissimo saluto
    Orlando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Orlando ^___^
      in effetti i blog sono molto utili per leggere novità o pareri su libri o manga che una persona non puo' comprare o magari è in dubbio sull'acquisto. Io certi manga mi sono decisa proprio a comprarli grazie alla recensioni che vedevo nei blog che seguo ;)

      Questo libro mi ha molto colpita, penso che gli stati d'animo del protagonista siano descritti molto bene e non è semplice visto la complessità del sua situazione (depresso, ecc.) La mia amica già mi ha detto che mi regalerà altri libri di quest'autore quindi continuerò a leggere di lui ;)

      Elimina