domenica 22 settembre 2013

Musica Giapponese: Anna Tsuchiya

Continua il mio folle viaggio nella musica giapponese degli ultimi anni. Quest'oggi vorrei parlarvi di Anna Tsuchiya.
Anna è nata a Tokyo nel 1984 da padre americano di origini polacche e madre giapponese: il suo nome completo è infatti Anna Marie Heider Tsuchiya.
Inizia la sua carriera a 14 anni, come modella per varie riviste. Nel 2002 ha inizio la sua avventura musicale: diventa infatti la cantante del gruppo Spin Aqua, che inciderà solo un album. Il genere di musica di questo duo (composto solo da Anna come vocalist e KAZ come chitarrista e principale compositore) è un rock abbastanza "pesante" non in linea con i gusti dei giapponesi. L'album infatti si rivelerà un flop.



Nel 2004 la cantante cerca di reinventarsi come attrice, recitando al fianco della bellissima (e bravissima) Kyoko Fukada nel film "Shimotsuma Monogatari" (conosciuto in Italia -ed edito in DVD- con il titolo "Kamizake Girls").
Il film è abbastanza trash ma lo consiglio vivamente a tutti gli appassionati del Giappone e dei manga ;) La performance di Anna non è il massimo, ma avrà tempo per migliorare.
Dopo lo scioglimento degli Spin Aqua, Anna incide un EP dal titolo "Taste My Beat", con canzoni pop-rock dal piglio internazionale e una cover di "Somebody Help Me" dei Full Blown Rose utilizzata per il telefilm "Tru Calling" (ovviamente per la messa in onda nipponica).

La svolta (come per OLIVIA) avviene nel Giugno del 2006 quando incide "rose" che diventerà la sigla di "NANA" e Anna presterà la voce proprio a Nana Osaki per quanto riguarda le parti cantate.
La popolarità è travolgente e la ragazza incide sull'onda del successo il primo studio album, intitolato "strip me?". Il CD debutterà alla posizione 11 della classifica giapponese, per un totale di circa 50.000 copie vendute fin'oggi.
Un debutto tiepido che comunque incrementerà il suo successo, in particolar modo con la ballad "Kuroi Namida" [Lacrime Nere] e la piu' energica "LUCY", entrambe sigle dell'anime NANA, incluse nell'album "ANNA TSUCHIYA 'inspi' NANA (BLACK STONES)".




Archiviata la parentesi con l'anime nato dalla matita di Ai Yazawa, la Tsuchiya incide un paio di singoli sperimentando diversi generi: dalla dance al rock al pop.
Inciderà un nuovo album dal titolo "NUDY SHOW!" che venderà piu' o meno come il precedente album, affermando il successo di Anna tra la cerchia dei suoi numeri fans.
Nel 2010 incide "RULE" un album musicalmente piu' rock che ricorda come sonorità il suo EP di debutto. Il disco però non viene molto apprezzato [peccato perchè è molto valido] e Anna sembra essersi presa una pausa, anche se a quanto pare alla fine di quest'anno dovrebbe uscire un nuovo singolo.

La vita personale della ragazza è abbastanza turbolenta. Nel Novembre 2004 nasce infatti Sky, il suo primogenito. Nel 2010 invece dà alla luce Sinba, avuto dal suo hair stylist.
In Giappone la ragazza viene criticata per la sua parlantina troppo "accesa" e il suo uso smoderato di sigarette. Non capirò mai questo "puritanesimo" da parte dei giapponesi ;)






DISCOGRAFIA:

"Taste My Beat" - EP 2005

"strip me?" - 2006
"ANNA TSUCHIYA 'inspi' NANA (BLACK STONES)" - 2007

"NUDY SHOW!" - 2008
"RULE" - 2010



4 commenti:

  1. Anche lei l'ho conosciuta grazie alle canzoni di Nana, infatti conosco solo quelle dell'anime >.< la sua voce mi piace e capisco perchè non piaccia tanto ai giapponesi che, mi sembra di capire, preferiscono vocine più dolci :/
    Non capisco perchè la critichino per questo...il Giappone non è quello degli X-Japan dopotutto?! XD Se quelli non erano eccessivi...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Giapponesi sono di un puritanesimo allucinante =__=
      Si esatto ai giapponesi piacciono molto le vocine mielose e i prodotti preconfezionati (ovvero gruppi di idol, ecc). Infatti ogni volta che vedo le classifiche di vendita settimanali mi vieni da mettermi le mani nei capelli U_u

      Elimina
    2. Mi chiedo allora come abbiano fatto gli X-japan ad avere tanto successo ahah XD forse perchè loro erano maschi...
      Poi magari questi gruppi fanno tanto i perfettini, ma dietro le quinte chissè quante ne combinano...!

      Elimina
    3. ogni tanto qualcuno "fuori dagli schemi" ha successo per carità , ma il 90% no...

      Elimina