venerdì 15 novembre 2013

Giorno 21 - Un manga che meriterebbe più considerazione

Anche in questo caso, ce ne sono parecchi.

Il primo titolo che mi viene in mente a caldo è "Kuragehime - La principessa delle meduse".





Anche se è un Josei, genere solitamente (e purtroppo =_=) snobbato in Italia, secondo me potrebbe piacere anche ad un pubblico molto piu' giovane. Il problema credo sia proprio la Star Comics, che con le sue uscite mooolto irregolari e la scarsa pubblicità, sta facendo davvero un pessimo lavoro.
Fare uscire 2 volumi all'anno è sicuramente una forma di non rispetto verso tutti i lettori (e i potenziali letteri, che vorrebbero comprare o provare a leggere il manga, ma con le uscite irregolari lasciano perdere).

Speriamo che dopo il n.9 in uscita a Febbraio, la Stalla Comics ricominci una serializzazione un po' piu' regolare (visto che comunque il fumetto è in corso in Giappone).


11 commenti:

  1. Anche a me piace molto.. non vedo l'ora che possa continuare! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e speriamo che riprenda in modo regolare...senza pause di un anno tra un volume e l'altro sigh.

      Elimina
  2. ahah, ormai i miei commenti su questo blog stanno diventando noiosi XD
    questo manga è bellissimo ed è un peccato stia subendo questo trattamento! speriamo in bene, anche se non ho moltissime speranze in merito... anche perché se ci fosse stata l'idea di dargli una qualche cadenza regolare, secondo me l'avrebbero detto a lucca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si anche secondo me l'avrebbero detto a Lucca. Ormai tra poco esce il 9, in Giappone sono a quota 12. Insomma ora che siamo quasi arrivati col Giappone possono almeno degnarsi di pubblicare questi 4 volumi in tempi umani.

      Elimina
  3. Credo che guarderò l'anime, non sono sicura che possa piacermi (i con i Josei ho dei problemi, non lo nego).

    Sulla casa editrice: credo che per la Star Comics sia già tanto continuare la pubblicazione di un titolo che, checché se ne dica, non vende molto (specialmente in questo periodo di crisi nera). Anzi, credo proprio che questo sforzo sia da apprezzare come rispetto per i lettori, a cui vuol far leggere il finale della serie. Interrompere e far finta di nulla, quello sarebbe un gesto di non rispetto, non dilazionare le uscite per riuscire a continuare a pubblicarlo :D
    Quindi, secondo me, onore alla Star che comunque ci prova, invece di rilanciare un'ennesima ristampa di Dragon Ball o di One Pice (che venderebbero comunque molto di più) :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si però un'adeguata pubblicità non avrebbe fatto male a questo titolo....E magari potevano cominciare a pubblicarlo quando avevano piu' volumi a disposizione, senza poi stopparlo.
      Purtroppo le ragazzine se non leggono manga ambientati tra i banchi di scuola stanno male =__=

      Elimina
    2. non credo che il problema sia che le ragazzine leggono solo manga ambientati tra i banchi di scuola. diciamo che oltretutto è cosa abbastanza normale, visto che sono stati scritti e pensati proprio per quel tipo di pubblico!
      il problema è che un editore ha preso un titolo assolutamente non commerciale e l'ha portato in edicola, dove per l'appunto si cercano le storie tra i banchi di scuola e nessuno si fila kuragehime. la colpa non è dei lettori, ma della presentazione sbagliatissima del manga in questione. non è un manga per ragazzine, e anche tra i lettori più adulti, non è qualcosa che fa colpo alla prima occhiata.
      prodotti così fanno pubblicizzati per bene. non ha senso buttarli allo sbaraglio così e poi lamentarsi che i lettori sono ignoranti e non capiscono niente.
      i lettori non sono ignoranti, ognuno ha i suoi gusti, ma non tutti possono stare a frugare tra i blog alla ricerca di recensioni e commenti di altri lettori. questo compito spetterebbe all'editore.

      è sempre lo stesso discorso che faccio ogni volta, mi sto stancando di ripetere, la colpa delle vendite scarse è sempre della scarsa pubblicità. invece di lagnarsi, che questi editori comincino a capire come si lavora per bene!

      Elimina
    3. Quello che però stavo cercando di spiegare è che comunque le ragazzine (pubblicità o meno da parte della casa editrice) sono sempre restie a prendere in considerazioni questo genere di titoli (e tra i Josei pubblicati in italiano comunque "Kuragehime" mi sembra anche uno dei piu' mainstream in questo senso). Era questo il succo del mio discorso ;)

      Per fartela breve una ragazzina delle medie tra Kuragehime, Ooku e Tokyo Alice, in teoria sarebbe piu' avvezza a comprare il primo titolo...e comunque si tratta di tre Josei. E' che in Italia siamo stati abituati troppo male.

      Elimina
    4. una ragazzina delle medie??? scusa caroline, ma i josei sono pensati per un pubblico di donne tra i 20 e 30 anni! che c'entrano le bambine di 12 anni? io alle medie non avrei mai manco pensato di sfogliarlo kuragehime! mi piace adesso, e ne ho 26!
      se ci aspettiamo che i josei li comprino le bimbe, allora no scusa, ma è ovvio che non possano vendere. non possiamo stare lì a dire che le ragazzine leggono manga per ragazzine come se fosse una cosa sbagliata. sono ragazzine, hanno l'età per marmelade boy e affini, non per roba come ooku o kuragehime! a quale dodicenne dovrebbe piacere?
      il problema è che kuragehime non è stato presentato per bene al target a cui potrebbe piacere, ovvero a chi ormai dai banchi di scuola c'è uscito e pure da un po'! sono le ragazze della nostra età che potrebbero appassionarsi a questo tipo di lettura, quindi povere bimbe delle medie, lasciamole in pace, non è mica colpa loro se kuragehime ha vendite basse! non è adatto e non piacerebbe a un pubblico di dodicenni.
      non mi piace pensare sempre che i ragazzini sono tutti cretini e non capiscono niente. io a dodici anni manco sapevo che cacchio fossero i manga, ma non mi sarebbe piaciuto sentirmi dare dell'idiota perché leggevo topolino. anche come lettori si cresce, si fanno esperienze legate alla propria età e pian piano si apprezzano cose sempre più adatte al momento in cui ci si trova.
      prendersela con le bimbette è un buon modo per non dire carissima star comics, non ti sei mai degnata di fare un beneamato cavolo per rendere più appetibile questo kuragehime, non hai mai fatto un po' di pubblicità (e dire che si potrebbe fare tranquillamente aggratisse) e ora, come ogni volta - e questa è la cosa che più schifo in assoluto degli editori italiani - invece si sta sempre a puntare il dito contro la presunta idiozia e ignoranza. mi spiace, ma non credo sia giusto giudicare così la gente, sopratutto quando non se ne ha assolutamente ragione di farlo.

      Elimina
  4. Concordo in pieno con il titolo che hai scelto! Io mi appassiono difficilmente a shojo e josei, ma questo è proprio bello e divertente! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si fa sganasciare dal ridere in certi punti XD

      Elimina