domenica 19 gennaio 2014

"Indigo Blue" di Ebine Yamaji

Finalmente anche io ho letto un volume di Ebine Yamaji! Lasciatami incantare dal post di Yue Lung, ho deciso (soldi permettendo), di recuperarmi tutte le opere di quest'autrice approdata in Italia grazie ai Kappa e alla loro collana "Manga San".
Ho cominciato con questo "Indigo Blue" perchè tra quelli pubblicati (gli altri due sono "Love my life" e "Free Soul") lo stesso Yue ha detto che si tratta del suo one shot preferito di quest'autrice.

La storia è quella di Rutsu, una quasi trentenne scrittrice di successo che dopo la pubblicazione di un libro di successo in cui si narrava dell'amore NON celato tra due donne, sta scrivendo il suo secondo romanzo. Ad affiancarla nell'impresa c'è il suo editor, nonchè fidanzato Ryuji, con cui aveva frequentato anni prima il corso di Lettere all'Università.
I due iniziano a lavorare insieme, anche se il fatto che tra i due ci sia pure una relazione fisica mette un po' a disagio la protagonista...Nel frattempo, mentre è fuori con un amico, Rutsu conosce Tamaki, una sua lettrice che le fa notare quello che gli altri avevano ignorato: il personaggio denominato "Y" del suo primo libro è in realtà una donna.
Quest'affermazione (e verità) turba un po' la ragazza, che comunque è sempre stata lesbica (il suo primo, anche se tenuto segreto, era per una sua compagna di corso) ma non voleva ammetterlo con se stessa.
L'incontro con Tamaki le sconvolge la vita, e inizia con lei una relazione.
La ragazza però non se la sente di lasciare Ryuji, sia perchè è il suo editor e tema che tutto cio' possa ripercuotersi sul suo nuovo lavoro, sia perchè inconsapevolmente gli offre "un appiglio" su cui adagiarsi, visto che non è ha ancora fatto chiarezza con se stessa e probabilmente non osa fare "il passo".

Tamaki però è molto risoluta, e le fa capire che per lei non è avventura, che non è "materiale da studiare" per un libro e che in passato aveva già sofferto.
Rutsu però continua a vivere nel suo mondo di bugie, telato da lei stessa come un ragno che tesse la propria ragnatela, fino a che "grazie" ad una gaffe, la realtà viene a galla, portando con sè dolore ma anche la consapevolezza di dover affrontare la vita in un'altra direzione.

Ho trovato questo one shot molto delicato, così come lo sono i disegni di Ebine Yamaji...lievi quasi suffosi, candidi ed erotici allo stesso tempo.

L'edizione Kappa Edizioni purtroppo non è all'altezza degli altri volumi di questa collana. Non so se è stato solo un mio problema, ma ho trovato le pagine un po' "trasparenti" ovvero con una specie d'effetto fotocopiatrice ed è inammissibile per un volume che costa la bellezza di 11 €, anche se su Amazon lo trovate un po' scontato.

Con grazia e pacatezza, la Yamaji ci porta in un mondo dove bisogna fare i conti con se stesse ed accettarsi per quello che si è. Consigliato non solo a lettrici omosessuali (o lettori ovviamente) ma anche a chi ha voglia di leggere qualcosa di maturo, un bel Josei targato Shodensha serializzato nella meravigliosa rivista "Feel Young" (la stessa di "Questo non è il mio corpo") per intenderci.


"Indigo Blue"
Volumi pubblicati: 1 (volume unico)
Pubblicato in Italia dalla Kappa Edizioni.

***Lettura consigliata ad un pubblico MATURO***

Storia: 8
Disegni: 8
Edizione Kappa Edizioni: 7




8 commenti:

  1. Brava, una bellissima recensione!
    L'ho riletto qualche settimana fa, e a distanza di anni mi ha emozionato ancora.

    RispondiElimina
  2. Grazie Yue^^
    Esatto una lettura molto profonda, che lascia il segno ;)

    RispondiElimina
  3. Splendida recensione!
    Anche a me è venuta voglia di leggere tutte le opere reperibili della Yamaji, grazie alle vostre belle recensioni :)
    Ho ordinato questo volume al mio fumettaio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io prima o poi mi recupero "Love my life" che avevi recensito tu^^

      Elimina
  4. Anche questo sembra un titolo molto interessante :)
    Il prezzo è un tantinello proibitivo, però se lo trovo in offerta ci faccio un pensierino magari...sono un po' restìa perchè in genere non leggo questo tipo di storie. Non tanto per lo yuri/shojo ai, tanto per il fatto che la situazione di partenza è raro che mi incuriosisca particolarmente :/ Poi ho sfogliato l'altro volume della Yamaji (online) e il tratto non mi convince tantissimo...non perchè sia brutto, ma perchè non è molto nelle mie corde. Però prima o poi le darò una possibilità visto che me ne state parlando tutti benissimo e che, in genere, se la storia mi prende, il tratto lo metto in secondo piano ^^
    Complimenti per la recensione, comunque! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Si il tratto della Yamaji è qualcosa di molto particolare però di certo non mi ha frenata all'acquisto...D'altra parte a me non piace il tratto di Kyoko Okazaki ma leggerei TUTTI i suoi volumi seduta stante se solo li pubblicassero in italiano =__=
      Secondo me se ti capita una lettura di questo tipo dovresti provarla ma capisco il prezzo altissimo...L'ideale è fartelo prestare da qualcuno ;)

      Elimina
  5. Questa autrice mi interessa da un po' e questo titolo in particolare, ma mi bloccano un po'i prezzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo i prezzi sono alti perchè sono albi di nicchia :( Fai come me, compralo su Amazon oppure cercalo nel mercato dell'usato ;) e buona lettura^^

      Elimina