sabato 19 aprile 2014

"Rumic Short" di Rumiko Takahashi

Continua il mio viaggio a ritroso con i vari one shots disegnati da Rumiko Takahashi e pubblicati piu' di 10 anni fa dalla Star Comics.
Anche "Rumic Short" consta di 6 storie abbastanza brevi che affrontano vari temi: commedia, un pizzico di dramma e un po' di elementi sovrannaturali.
Il primo racconto, "Il Cane dell'amministratore delegato", è uno dei piu' riusciti. Il capo del protagonista chiede a lui e alla sua famiglia di ospitare il cane della sua amante, per qualche giorno.
Il bimbo della coppia gli disegna col pennarello indelebile delle sopracciglia grottesche, che non andranno più via. La situazione si complicherà ulteriormente quando sarà proprio l'amante, tale Kanna, a dover vivere per forza di cose con la famiglia....gli equilibri (già precari di per sè) si spezzeranno del tutto? Voto: 8,5.

Si prosegue con "Famiglia in viaggio". Una famiglia è assillata dai debiti, ma non dici nulla ai due figli (una liceale e un bambino delle elementari). La liceale però sente per caso un discorso, e dopo che la famiglia organizza un viaggio senza badare a spese e a fare regali a destra e a manca, le viene il sospetto che quello sarà proprio il loro ultimo viaggio....Crede infatti che il padre si voglia suicidare e portare con sè i restanti membri della famiglia. Tra damma e commedia, anche questo racconto risulta molto gradevole! Voto: 8.

In "Solo finchè ci sarà lui" un uomo di mezza età che viene licenziato, si ritrova a sostituire la moglie (momentaneamente indisposta) presso un negozio di rosticceria. Accertato il fatto che non sa cucinare, il nuovo capo lo mette alla cassa, ma il suo temperamento burbero fa scappare i clienti...L'arrivo di una ragazza part time di origine tailandese (forse) salverà la situazione. Voto: 8.

La quarta storia si intitola "Love Song da soggiorno"e anche qui assistiamo ad un misto di dramma/commedia, molto ben riuscito. Una donna muore improvvisamente nella sua casa, mentre aspetta che il marito torni dopo l'ennesimo straordinario. Il fantasma della donna però non ne vuole sapere di andarsene, e assilla il marito, ora preso da una collega giovane che si è trasferita nel suo stesso quartiere. La giovane va fin troppo spesso a far visita al suo anziano collega, e la gente inizia a spettegolare...Ma per quale ragione la ragazza va tutti i giorni in casa dell'uomo? Sicuramente questo è uno dei piu' bei racconti della Sensei, e merita un 9,5.

Si prosegue con "Papà ha tredici anni", dove un uomo, dopo essere caduto, regredisce ad uno stato dove pensa di avere 13 anni. In realtà viene poi spiegato che la causa di tutto ciò è un forte stress, visto che l'uomo per motivi di lavoro deve andare in Hokkaido e sua moglie e il figlio non vogliono saperne di seguirlo. Quandi i due scoprono un purikura raffigurante l'uomo e una giovane liceale, le cose si complicheranno ulteriormente. Voto: 7,5.

Chiude il volume la storia "In segno della mia gratitudine". Ambientata in un complesso condominiale gestito dalla bella e spietata Regina, vede come protagonista una ragazza trasferitasi li da poco. Non sa le dinamiche del condominio, e non sa che l'ultima persona che deve inimicarsi è proprio Regina. La ragazza però fa amicizia con una vecchietta, acerrima nemica di Regina, e quando l'anziana per una caduta deve assentarsi dal palazzo, prima di andare in ospedale le lascia il suo uccello in gabbia dicendole appunto "in segno della mia gratitudine". A cosa servirà l'animale? Lo spunto della storia era molto originale e ben orchestrato ma l'epilogo è un po' tirato via in modo grossolano. Voto: 7,5.

Sicuramente "Rumic Short" è superiore rispetto al precedente "Rumic Theater", che resta comunque una lettura brillante.

Il tratto di Rumiko Takahashi non è molto dissimile al sopra citato one shot, e ho notato che certi personaggi somigliano ad altri personaggi della Sensei ben piu' famosi (la ragazza del condominio è tale e quale ad Akane di "Ranma 1/2", giusto per fare un esempio). Nel complesso i disegni restano comunque molto godibili.

L'edizione Star Comics è leggermente migliore rispetto all'altro albo di storie brevi. La traduzione sembra curata meglio e il tomo sembra più resistente. Molto belle le tante pagine a colori presenti qua e là nel fumetto.

Una lettura assolutamente consigliata, che non deve assolutamente mancare nella vostra libreria.


"Rumic Short" [titolo originale: "Senmu no Inu"]
Volumi pubblicati: 1 (volume unico)
Pubblicato in Italia dalla Star Comics.


Storia: 9 [la somma di tutti i racconti]
Disegni: 7,5
Edizione Star Comics: 7,5.








4 commenti:

  1. Quel 9.5 a Love Song da soggiorno mi fa un enorme piacere: è un racconto bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero è davvero bello! ma tutto il volume in generale è molto riuscito, che grande la Takahashi quando ha in mente belle idee ;)

      Elimina
  2. Io ho amato tantissima quella del cane! Mi fa morire con quelle sopracciglia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhaha vero troppo carina!!! Povera famiglia, martoriata in tutto con quei traslochi xD Bellissima anche la scena in cui Kanna fa diventare appariscente la figlia della coppia xD (e il padre ovviamente non la riconosce) xD

      Elimina