martedì 15 aprile 2014

"Rumic Theater" di Rumiko Takahashi

Dopo aver riletto "One Pound Gospel" di Rumiko Takahashi, mi è venuta voglia di rileggermi i suoi "vecchi" one shots, e così in una noiosa domenica mi sono divorata "Rumic Theater".
Il tomo consta di 6 storie brevi, tutte (o quasi) ben riuscite ma soprattutto parecchio divertenti. Il primo racconto è "La tragedia di P" ovvero, come nascondere un pinguino in un alloggio dove non è assolutamente permesso tenere animali domestici? Cosa fare quando proprio la tua vicina di casa sembra odiare gli animali ed è la piu' accanita sostenitrice del regolamento di condominio? "La tragedia di P" tra i suoi paradossi (un pinguino come animale domestico LOL) e il personaggio della vicina di casa che sembra avere un problema con gli animali è senza dubbio uno dei racconti meglio riusciti: voto 8,5.

In "Mercante d'amore" una ragazza eredita una sala fatiscente dove si tengono cerimonie di nozze. Vorrebbe chiudere e lasciare il lavoro, ma prima deve procurarsi la liquidazione da dare ai pochi dipendenti rimasti. Così va dall'ex marito e prova a chiedere gli alimenti arretrati, ma lei sembra ancora provare qualcosa per lui. Intanto l'arrivo di una coppia di mezza età che decide di sposarsi potrebbe cambiare l'idea della ragazza di chiudere l'attività. Probabilmente "Mercante d'amore" è la storia piu' seria dell'intero volume ed è ben orchestrata: voto 8.

Si prosegue con "La casa dell'immondizia". Davanti l'abitazione di una famiglia viene regolarmente depositata l'immondizia del vicinato. Ad un certo punto la famiglia si trova davanti oggetti ingombranti e souvenirs vari, salvo poi scoprire che sono del superiore sul lavoro del capo-famiglia, appena trasferitosi nel quartiere con la moglie. E' proprio la moglie a volersi disfare di quegli oggetti. Un racconto che sembra lanciare il messaggio "meglio portarsi dentro i ricordi, piuttosto che saziare un vuoto comprando compulsivamente": voto 7,5

In "Dentro il vaso" la protagonista è una donna additata dal quartiere come persona "cattiva". Sembra infatti che, prima di restare sola dopo la morte del marito e della suocera, maltrattasse quest'ultima. Quando chiede ad una vicina di occuparsi delle sue piante visto che deve assentarsi per qualche giorno, e la giovane ragazza nota dei frammenti di ossa dentro ad un vaso, la cosa si fa allarmante. Racconto molto carino che suggerisce di non aver pregiudizi e non andare dietro ai pettegolezzi: voto 8.

Il penultimo racconto è "Cent'anni d'amore" ed è il piu' comico. Una vecchietta di 90 anni muore, o almeno sembra...Diventa un fantasma e cerca di salvare la vita ad un sosia di un suo amore di gioventù. Il sosia in questione è un ex paziente che lei ha conosciuto mentre era ricoverata. E in più è il fidanzato dell'infermiera che si prende cura della nonnina. Riuscirà la vecchietta/fantasma nel suo intento? voto: 7,5

Chiude l'albo "Felicità extra large". Una famiglia deve ospitare in casa la mamma di lui, che deve acconsentire ad un prestito per il mutuo di una nuova casa, molto più grande.
La moglie è molto contenta dell'arrivo della suocera, ma insieme alla suocera si presenterà una specie di fantoccio dalle grandi dimensioni, che sembra vedere solo lei...Allucinazioni, stress? O esiste davvero? Fatto sta che la presenza dello strano essere, minerà gli equilibri della famiglia. Insieme a "La tragedia di P"  è il racconto che mi è piaciuto di più. Voto: 8,5.

Il tratto di Rumiko Takahashi è quello dei primi anni '90 (ma alcune storie sono state scritte e disegnate nella seconda metà degli anni '80) e a me piace molto. E poi adoro il suo modo di disegnare i vecchietti XD

L'edizione Star Comics è miserella. Albo grande (15x21) senza sovra copertina e con la lettura all'occidentale. Però sono presenti molte pagine a colori e sono anche stampate bene.

Un volume imperdibile per i fans della Takahashi ma anche per chi, come me, ama molto i volumi unici che parlano di vita quotidiana.


"Rumic Theater" [titolo originale: "P no Igeki"]
Volumi pubblicati: 1 (volume unico)
Pubblicato in Italia dalla Star Comics.


Storia: 8 [la somma di tutti i racconti]
Disegni: 7,5
Edizione Star Comics: 7.




9 commenti:

  1. Ho letto un paio di raccolte della Takahashi ("Il Bouquet Rosso" e "Gli Uccelli del Destino"). Le sue serie più lunghe non mi fanno impazzire, ma i racconti brevi sono facilmente godibili, e un po' più di slice of life nelle nostre fumetterie non guasta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il bouquet rosso" mi era piaciuto molto, "Gli uccelli del destino" non molto (qui trovi la mini rece) ho trovato che l'autrice ha perso mordente...I migliori appunti sono questi insieme a Rumic World e 1 or W ovvero i suoi one shots piu' datati ;)

      Elimina
  2. Amo e adoro la Takahashi e questo volume è una vera delizia!!! ^^
    *dice sprizzando cuoriciottini a destra e a manca*
    Anch'io recentemente mi sono letto tutti i volumi di storie brevi e me li sono ri-goduti tantissimo (alcuni non li rileggevo da ANNI!).
    Chi non conosce la Maestra Rumiko Takahashi può, secondo me, cominciare proprio da queste deliziosissime raccolte di racconti brevi :-)
    (Tra parentesi: di quelle in questo volume avrei proprio difficoltà a scegliere una preferita... mi piacciono proprio tutte! XD )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi primi volumi unici sono davvero molto carini e hanno un fascino che, come dicevo a Hana, manca all'ultimo "Gli uccelli del destino" (almeno secondo me).
      Però è normale scemare un po' di idee, non si puo' essere una "fabbrica" incessante di nuove storie sempre originali. In ogni caso consiglio veramente la lettura di questi primi one shots ;)

      Elimina
  3. Queste tue ultime recensioni mi fanno pensare che forse, se voglio iniziare a leggere qualcosa della Takahashi, devo posticipare Inuyasha e le altre serie lunghe e "lanciarmi" sui racconti brevi! Sembrano tutti racconti molto originali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sai che pensavo che la Takahashi già la "conoscevi"....Io non conosco nè Inuyasha, nè Rinne e i suoi lavori piu' recenti perchè non sono il mio genere e poi aborro le serie stra lunghe, che potrebbero benissimo essere condensate nella metà dei volumi....Inuyasha avevo visto l'anime all'epoca, lo facevano su MTV...Va beh, si comunque ti consiglio davvero "One pound gospel" e i suoi vari one shots :) mi hanno parlato benissimo anche della "Trilogia della Sirena" ma un volume è tipo fuori stampa quindi non riesco a recuperarlo (non è disponibile neanche nello Starshop online, ti ho detto tutto!).

      Elimina
    2. Ho visto diversi episodi di Inuyasha e Ranma, ma non ho letto mai nulla di suo purtroppo :/ le sue trame mi ispirano un sacco però|
      Quale volume delle sirene ti manca? Perchè io li ho visti tutti e tre nel negozio in cui vado di solito! Ricordo che erano sui 5 euro. Li ho guardati per benino perchè ero tentata...
      Se vuoi ti posso dare il link del loro sito o un loro contatto...magari fanno spedizioni (anche se ne dubito purtroppo :/ ).

      Elimina
  4. Il primo racconto è quello che mi è piaciuto di più! Questa cosa dei pinguini da nascondere è bellissima ^^
    Anche io adoro i suoi vecchietti, sono stupendi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii i vecchietti della Takahashi *__* son troppo teneri anche se hanno un carattere di emme, vedi Happosai xD

      Elimina