domenica 18 maggio 2014

"The November Gymnasium" by Moto Hagio

Siccome parlerò in maniera più o meno approfondita di tutto il racconto, se non l'avete letto e NON volete anticipazioni, fermate la lettura ;)

"The November Gymnasium" è un one-shot  di 50 pagine scritto e disegnato nel 1971 dalla talentuosa Moto Hagio, ed è considerato uno dei primi shounen-ai (molto soft) in assoluto.
La storia è da considerarsi una specie di bozza di quello che sarà poi il suo capolavoro in 3 volumetti, "Thomas no Shinzou" (pubblicato in U.S.A. dalla Fantagraphics in un unico volumone di 550 pagine circa).

La storia è ambientata nei primi del '900 in Germania. Eric è il nuovo arrivato in una classe del Ginnasio, una specie di collegio tutto maschile. Ogni week-end gli alunni sono liberi di tornare dalle loro famiglie, ma Eric preferisce restare nel complesso scolastico poichè nella sua famiglia i rapporti sono tesi: suo padre accusa la madre di tradimento, e ovviamente il ragazzino soffre molto di questa situazione. In piu' il padre è spesso assente per lavoro,e le poche volte che torna litiga appunto con la moglie.

Nel Ginnasio Eric conosce Friedel, una specie di capo classe che diventerà poi suo amico; mentre gli fa fare un tour dell'istituto, Eric s'imbatte in Thomas, uno studente che gli somiglia in maniera impressionante tanto che entrambi rimangono turbati da quest'incontro.
Thomas è anche lo studente più popolare (e amato) di tutto il Ginnasio, in particolar modo da Oscar, un altro studente poco piu' grande dei protagonisti.
Anche Thomas come tutti gli altri studenti torna a casa ogni week end. La famiglia di Thomas è molto numerosa, composta dagli anziani genitori e da un nugolo di sorelle piu' grandi di lui.

Un giorno Thomas ed Eric parlano del piu' e del meno, e il ragazzo dice ad Eric che somiglia in una maniera impressionante a suo fratello maggiore, morto parecchi anni fa ancor prima che lui nascesse.
Durante una giornata di pioggia, Eric si decide a tornare a casa per il week end. Incontra la madre (che è sola) si fa un po' coccolare e passa bei momenti sereni.
Ma purtroppo una notizia funesta scombussola l'intero Ginnasio: Thomas è morto di polmonite. Preso dallo sconforto, Eric ritorna a casa per staccarsi dall'ambiente troppo opprimente dell'Istituto e annuncia alla madre che è bello rivederla dopo molto tempo. Quando la madre le fa notare che Eric era stato da lei solo la settimana prima, il ragazzo capisce tutto: in realtà a presentarsi è stato Thomas, che aveva capito che quella era la vera madre e che Eric era suo fratello. Non esisteva nessun fratello maggiore, ma solo un padre morto in giovane età (e Thomas era appunto nato dalla relazione di lui con la madre di Eric).
La madre ed Eric sono molto scossi, e quando Eric le comunica che Thomas è morto, lei sviene.

Dopo quest'ennesimo week-end passato a scoprire dettagli sulla sua vita che non conosceva, Eric ritorna al Ginnasio e sa che potrà contare sull'amicizia di Friedel.

Questo one-shot è davvero molto delicato,affronta temi quale l'abbandono, la solitudine e l'amore omosessuale (anche se appena accennato).

Il tratto di Moto Hagio è quello tipico dei primi anni '70, con occhi molto espressivi e una buona ricostruzione storica. A me personalmente piace molto.

Sicuramente un racconto da consigliare a tutti, in particolar modo per avere una panoramica sui primissimi shounen-ai pubblicati in Giappone negli anni '70.


"The November Gymnasium" [titolo originale: "Juuichigatsu no Gimnasium"]
Volumi pubblicati: 1 (volume unico)
******Inedito in Italia******

Storia: 9
Disegni: 8,5




9 commenti:

  1. Questa storia l'ho letta un paio di annetti fa, e possiedo pure il volumetto Giapponese. Come hai giustamente fatto notare, è una specie di prova generale di Thomas no Shinzou, e forse, proprio per questo non mi ha fatto impazzire.
    In un intervista, la Hagio, ha rivelato che il suo redattore trovò il finale di quest'opera orribile SPOILER (mi riferisco al fatto che l'attrazione fra i due ragazzi viene spiegata dal fatto che sono fratelli), e per certi versi la cosa ha lasciato perplesso anche il sottoscritto XD. E' chiaramente un opera immatura, ma per fortuna ha portato a quel capolavoro che è Il cuore di Thomas!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo a me è sembrato che Eric fosse più attratto da Friedel ? :) in ogni caso la scena in cui Thomas va a trovare la vera madre ė struggente *__*

      Elimina
  2. Aaargh! Con tutte queste belle recensioni sulla Hagio mi stai facendo venire voglia di leggere un sacco di titoli, ma non ho abbastanza tempo per ora ç_ç
    Appena posso lo recupero di sicuro ;) secondo te è meglio leggerlo prima o dopo Thomas no Shinzou?
    Complimenti come sempre per il post ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cle :3 visto che sono una cinquantina di pagine forse è meglio leggerlo prima di Thomas ma comunque non è una cosa obbligatoria ;) In ogni caso spero di comprarlo a Giugno il volumone di Thomas *__*

      Elimina
    2. Speriamo che ti arrivi il più presto possibile! **

      Elimina
  3. Tutte le volte che metti l'alert anti spoiler non leggo ma poi non so mai cosa commentare e rimango incuriosita dal titolo. Qualche spoiler sull'incipit della tram è normalmente fisiologioco nelle recensioni ma con quell'avviso temo sempre che ci sia scritto chissà cosa e finisco a non leggere T__T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ti capisco ;) quando lo metto è per evitare che i lettori incappino in colpi di scena e si rovinino poi la lettura. A volte metto spoilers a volte no....dipende dalle storie ;) in ogni caso avverto sempre :)

      Elimina
  4. Come lo vorreiiii...

    Anche io mi leggo gli spoiler perchè se non arriva in Italia, non sono in grado di leggerlo.. tanto vale sapere il più possibile sulla trama! :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che dobbiamo accontentarci delle s*** :(

      Elimina