domenica 29 giugno 2014

"The Heart of Thomas" by Moto Hagio

Ho finito cinque giorni fa di leggere il volume unico "The heart of Thomas", scritto e disegnato da Moto Hagio nei primi anni '70. Il volume americano consta di 540 pagine circa, cioè racchiude i tre volumetti originali usciti in Giappone quasi quarant'anni fa.

La storia riprende i personaggi di "The November Gymnasium" un one-shot che fa praticamente da "antipasto" per questa lettura piu' complessa e piena di phatos.
Il "Thomas" del titolo è presente, ma solo in parte. Si suicida subito, praticamente la scena iniziale è quella della sua morte. Gli equilibri del collegio si spezzano quando arriva Erich, un nuovo studente che somiglia incredibilmente al tanto "famoso" Thomas di cui tutti parlano.
La storia ruota anche attorno agli altri due protagonisti principali: Juli, un ragazzo profondamente turbato dalla morte di Thomas e che vede in Erich un nemico da odiare e Oskar, un ragazzo intraprendente che è un po' "l'amicone" di tutti, il ragazzo con cui confidarsi ma che nasconde un'infanzia turbolenta.
Anche Juli si porta dietro cicatrici dolorose, che gli hanno cambiato per sempre la vita in peggio.

Complice un cambio di stanze, Erich e Juli si ritrovano a condividere lo stesso spazio dove dormire. I rapporti tra i due si faranno sempre piu' tesi, con Erich che cerca con tutto se stesso di affermare la propria personalità e non essere "la copia di Thomas" e Juli che offre un atteggiamento di "facciata", mostrandosi per cio' che non è.

Mi aspettavo un epilogo tragico, invece non accade. Non vi dico nulla, solo che non ci sono morti gratuite e cose del genere (cosa abbastanza tipica per gli shoujo di quell'epoca) anche perchè il dolore personale che si portano dietro i personaggi (pur essendo cosi' giovani) è davvero grande ed è una bestia con la quale dovranno convivere per parecchi tempo.

Il tratto di Moto Hagio è incantevole, con volti molto espressivi, primi piani ben studiati e un ambientazione parecchio studiata (anche se in questo caso, non ai livelli della collega Riyoko Ikeda) ma è stato fatto comunque un ottimo lavoro.

L'edizione Fantagraphics è da una parte qualcosa di molto pregevole e lussuoso: un volume 17x24 molto resistente, con pagine sul bianco e la bellezza di 540 pagine circa. Ci sono delle pagine colorate per l'occasione, tendente al porpora (quindi non del tutto a colori). Bellissime le illustrazioni in bianco e nero della Hagio che s'intervallano tra un capitolo e un altro.
D'altra parte non è il massimo della comodità leggere un volumone cosi' pesante, cosi' è fuori discussione portarlo dentro una borsa per leggerlo che so, su una panchina in un parco.
In ogni caso l'aspetto a primo impatto è davvero molto positivo, fa davvero la sua bella figura in libreria.

"The heart of Thomas" è un manga che dovrebbe essere letto da tutti, uno dei primi shounen-ai realizzati in assoluto. La Hagio con questo lavoro ha rivoluzionato il modo di porre i manga nei confronti delle lettrici: è infatti riuscita ad attirare l'attenzione, negli anni '70, con una storia dove i protagonisti sono tutti ragazzi e non c'è una e dico una ragazzina protagonista, cosa impensabile per uno shoujo di quegli anni.
Le caratteristiche di ciascun protagonista sono ben studiate, e nessun pensiero o comportamento è dato al caso, calcando cosi' la psicologia di Erich, Juli e Oskar in maniera molto vivida e reale.


"The heart of Thomas" [titolo originale: "Thomas no Shinzou"]
Volumi pubblicati: 1 (volume unico)
Pubblicato in USA dalla Fantagraphics.

Storia: 9.

Disegni: 9.
Edizione Fantagraphics: 9,5.




7 commenti:

  1. Speriamo che arrivi anche da noi :D

    PS: mi è finalmente arrivato il terzo volume di Edgar e Allan Poe, appena ho un attimo di tempo lo leggo *__*

    RispondiElimina
  2. Ottimo per "Poe" :) guarda io ho deciso di prenderlo in inglese proprio perché sono sicura che in italiano non leggeremo più altre opere della Sensei (spero di sbagliarmi ma secondo me è così).Anche case editrici che pensano a tutti i palati come la Planet di autori classici è più improntata a portare mangaka uomini. .....Ma mm forse la Goen potrebbe portare qualcosina ma è lentissima e farebbe meglio a non annunciare nulla visto che deve ancora pubblicare titoli dal Lucca 2012......In ogni caso è abbastanza triste constatare quanto sia messo male il mercato italiano.

    RispondiElimina
  3. Deve essere proprio un manga splendido *__* Mi ispira anche più del Poema (che a tratti mi sembra esagerato...trovo che la Hagio sia un po' più sobria XD).
    La storia di Thomas e Erich mi ricorda un episodio presente in Edgar e Allan Poe (credo fosse "Chi ha ucciso Cock Robin?"). Si vede che stava proprio facendo le prove XD Posso chiederti come ti sei procurata il volume? Dal sito dell'editore o su altri? :3

    RispondiElimina
  4. Hai ragione la Hagio è più sobria rispetto alla Takemiya che comunque rimane un'ottima autrice.Uh l ho comprato su Amazon.it li si trovano un sacco di manga interessanti in inglese (ora mi odierai Ahahah) costano un po' cari però dai 9 euro in su (poi gli italiani si lamentano di 6,50).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabè vista l'edizione e il "peso", 9-10 euro mi sembrano anche un prezzo ragionevole :)
      Ahahah XD il problema è che se mi metto a puntare anche titoli esteri, posso trasferirmi sotto un ponte LOL Millefoglie Under the Bridge!

      Elimina
  5. Questo è uno dei due volumi che mi ripeto da parecchio che devo assolutamente recuperare della Hagio (l'altro è A drunken dream and other stories). Non ho problemi ha leggere volumi in inglese e come dici tu il mercato italiano espone poche speranze di vedere autrici come la Hagio sbarcare ancora nelle nostre librerie. Adoro lo stile della Hagio perché ha quella raffinatezza vintage tipica delle opere degli anni 70 e una capacità teatrale non indifferente. Trovo che le sue storie abbiano sempre un'atmosfera quasi sovrannaturale, sebbene la storia raccontata magari non tocchi per niente l'argomento. Nel mercato estero si trovano quasi sempre edizioni eccellenti a prezzi tutto sommato moderati (considerando certi rapporti qualità/prezzo dell'editoria italiana 9€ per un volume mi sembrano più che onesti) senza parlare delle edizioni giapponesi che secondo me sono le migliori in assoluto, peccato però per la barriera linguistica non facilissima da valicare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Hermy ;)
      Hai ragione, concordo con tutto cio' che hai scritto! Le opere della Hagio hanno sempre un-so-che di mistico, anche se si tratta di slice-of-life ordinari. Questa donna è davvero bravissima, sia nelle storie che nei disegni. Per fortuna in USA qualcosina esce ogni tanto e spero che la Fantagraphics ci porterà qualche suo altro lavoro^^ Ho dovuto mettermi prima i soldini da parte per recuperare "Thomas" (costa circa 27 euro) però ne è valsa la pena e sicuramente il prezzo vale l'edizione e il numero di pagine proposto.

      Elimina