martedì 8 luglio 2014

"Don't say anymore, darling" di Fumi Yoshinaga

Finalmente mi sono arrivati i manga ordinati su Amazon di Fumi Yoshinaga, autrice particolarmente amata negli U.S.A., per la mia gioia ovviamente (e per tutti quelli che la amano e sanno l'inglese)^^. E' un'autrice molto particolare, mai banale e con la cosiddetta "marcia in piu'" [sembra una pubblicità LOL].
Questo one-shot di circa 180 pagine si intitola "Don't say anymore, darling" ed è stato pubblicato dalla casa editrice americana Juné.

Il volume include 5 storie, tutte a tematica diversa: innanzitutto 4 sono a carattere shounen-ai (alcune un po' spinte altre invece per niente) e una è a carattere josei.
Si passa dalla commedia del primo racconto, allo sci-fi, dal fantasy al drama. Insomma ce ne è per tutti i gusti.
La prima storia, che si intitola proprio come il volume, è una commedia che vede per protagonisti due amici che si conoscono dal liceo (nel presente hanno 30 anni).Tadashi, gay dichiarato che si mantiene scrivendo insulse canzoni è da sempre innamorato di Kouhei, medico e ragazzo serioso, l'opposto dell'amico. Tadashi non nasconde i suoi sentimenti, e quando la famiglia di Kouhei gli organizza un incontro a scopo matrimoniale, la situazione prenderà una svolta.

Poi è il turno di "My Eternal Sweetheart" che è senza dubbio la storia piu' originale. E' di genere sci-fi ed è ambientata in Occidente. Arthur è un ragazzo ricco e orfano di genitori che non puo' uscire di casa (è malato in maniera molto grave e non puo' neanche avere contatti con le persone a causa dei germi e via dicendo). Comunica con suo fratello maggiore tramite il PC, e siccome si trova nell'età della pubertà gli ordina di costruirgli un sexandroid ovvero un androide simile in tutto e per tutto ad un essere umano ma che viene usato solo a scopo sessuale. Dopo essersi divertito, Arthur continua ad aumentare le sue richieste ma poi si rende conto che fugaci incontri non lo appagano, visto che comunque non puo' uscire all'aria aperta. Il finale è poco scontato e riserva sorprese.

Il terzo racconto si intitola "Fairyland" ed è di genere fantasy (come suggerisce il titolo). L'incipit è qualcosa come: "siccome gli umani sono stati cattivi, Dio ha deciso di farli sparire tutti". Ed è cosi' che un ragazzo si ritrova a vagare tra le strade di una Tokyo inaspettatamente deserta. Ad un certo punto incontra un ragazzino, che lo ospita a casa sua. Il ragazzino gli racconta la sua storia sofferta (è vittima di bullismo). Purtroppo non potranno continuare a parlare per molto...."Fairyland" non so perchè mi ha ricordato certe storie della grande Moto Hagio. Una storia breve ma intensa.

Si prosegue con "One May Day", una storia di genere josei. Un uomo sui 50 anni, che insegna legge all'università, è rimasto vedevo da poco. Conosce una 40enne che serve in una locanda e tra i due scoppia l'amore. Si sposano, ma la convivenza dopo un po' si fa forzata visto il carattere troppo remissivo di lei, sempre a chiedere "scusa" e troppo insicuro (a causa di tante delusioni passate). Un bel racconto dolce-amaro.

L'ultima storia, "Pianist", è il dramma di un uomo che una volta aveva tutto: successo, soldi, fama. Era infatti un pianista che aveva vinto un concorso all'estero. Complice il fatto che era di bell'aspetto, aveva cominciato a togliersi un po' di sfizi, ossia andare sempre con diversi ragazzi e cavalcare l'onda del successo. Ma è praticamente diventato una "meteora" e ora vive solo grazie alle royalities di una canzone di successo scritta da lui e cantata anni prima da una cantante pop.
L'uomo (di cui ignoriamo l'età, ma d'aspetto penso sia sulla 40ina) passe le sue giornate sopra un ponte a fumare sigarette. Un giorno viene avvicinato da una ragazzo piu' giovane che gli offre delle sigarette che lui non usa piu'....Sarà l'inizio di una nuova amicizia? Ho trovato questo racconto molto toccante, probabilmente il migliore di tutti quelli proposti.

Fumi Yoshinaga, col suo tratto molto realistico, quando vuole sensuale e quando vuole estremamente delicato, ci offre cinque storie molto diverse tra loro ma che, apparte la prima, hanno una cosa in comune: la solitudine e le sue mille sfaccettature.

L'edizione proposta da Juné è ottima, un volume 15x21 con sovra copertina, molto compatto. Il prezzo è di circa 9 euro.

Consigliato a chi ama Fumi Yoshinaga ovviamente, ma anche agli amanti degli shounen-ai non troppo spinti e del genere josei.

"Don't say anymore, darling" [titolo originale: "Sore wo ittara oshimai yo"]
Volumi pubblicati: 1 (volume unico)
Pubblicato in USA da Juné.

Storia: 9 [la somma di tutti e cinque i racconti]
Disegni: 8,5
Edizione Juné: 9.




6 commenti:

  1. Questo volume l'ho letto un bel po' di tempo fa, quindi ricordo davvero poco :/
    Mi era rimasta impressa la canzone idiota del primo racconto, quasi tutto "FairyLand" e un pochino di quello sci-fi e di quello del pianista. Ho il vuoto invece su "One May Day". Ricordo che tra i vari racconti il mio preferito era Fairyland, mentre quello che mi era piaciuto meno era quello sci-fi, ma non saprei dirti il motivo preciso perchè ho proprio ricordi vaghi...insomma: devo proprio rileggerlo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me appena hai tempo dovresti rileggerlo, io l'ho trovato davvero delizioso *___* La Yoshinaga è sempre una garanzia di manga di qualità :3

      Elimina
    2. Fino ad ora nessuno dei suoi lavori mi ha mai delusa *_*

      Elimina
  2. Devo ancora leggerlo...
    E quando ho un po' più i tempo, riprendo a riscrivere sul mio blog delle altre opere da me lette della Yoshinaga!

    RispondiElimina
  3. Aspetto con ansia di leggere le tue impressioni ;) (io ho finito "The moon and The sandals) carino ma non l'altezza di questo one shot.

    RispondiElimina
  4. Speriamo che lo pubblichino anche in Italia (per salvaguardare le mie già sovraccariche librerie, per ora, cerco di evitare di comprare roba in inglese) ^^

    RispondiElimina