domenica 24 agosto 2014

Pagelle: "Pietà" di Nanae Haruno - "Ai Iro Shinwa" di Yawi Yamato

Titolo: "Pietà"
Autrice: Nanae Haruno
Volumi: 2 (serie conclusa)
Genere: Josei/Shoujo-Ai
Editore: Inedito




Trama: Rio è una ragazza depressa e autolesionista, a causa dei traumi subiti dalla sua famiglia. Sahoko ha una famiglia comprensiva e amorevole con la quale non riesce a integrarsi. L'incontro tra le 2 ragazze e il rapporto che instaurano cambierà la loro vita. [da Animeclick]


Piccole considerazioni: la trama di Animeclick presuppone qualcosa di molto tragico in stile Ikeda, in realtà apparte la pesante situazione familiare di Rio e la sua conseguente depressione, è un manga che punta molto sul fattore amicizia (e poi amore). Per la serie, se trovi la persona giusta che ti sta accanto, puoi anche superare le situazioni piu' avverse.


Consigliato? Sì, la narrazione è molto delicata, cosi' come lo sono i disegni. Il rapporto tra le due ragazze è molto intenso, qualcosa di "già predestinato". Forse certe situazioni possono apparire un po' esagerate, ma avvengono in un contesto credibile. 


Storia: 8
Disegni: 8





Titolo: "Aiiro Shinwa"
Autrice: Waki Yamato
Volumi: 1 (volume unico)
Genere: Shoujo
Editore: Inedito



Trama: Si sono incontrati per la prima volta nel 1970, all'età di 16 anni al liceo, Keiko e Kosuke, diventando presto amici. Lei, Keiko, era la studentessa migliore della classe, mentre lui, con il sogno di diventare un regista cinematografico, venne espulso dalla scuola. Nonostante i buoni rapporti tra i due, Keiko un giorno vede Kosuke baciare un'altra ragazza, stroncando così il loro rapporto. Con tutti gli equivoci rimasti in sospeso, s'incontreranno in seguito nel '74, 76 e dieci anni dopo...[da Animeclick ].


Piccole considerazioni: in un unico volume sono condensate troppo cose, però non mi è dispiaciuta come storia. E' bella l'evoluzione dei personaggi, da liceali con aspirazioni a trentenni entrati nel mondo del lavoro. Avranno realizzato i loro sogni? E l'amore, durante gli anni, puo' davvero cambiar forma?


Consigliato? Nì, nel senso che ho qualche remora a consigliarlo a tutti. Sicuramente chi ama (come me) gli shoujo un po' datati, avrà pane per i suoi denti. Altre persone potrebbero trovare certe situazioni troppo affrettate, e personaggi secondari che si riducono ad un ruolo di mere comparse.


Storia: 7
Disegni: 8,5


6 commenti:

  1. Non ho letto moltissimo shojo ai (forse solo uno o due), quindi sono molto aperta a consigli su questo genere :)
    Del secondo titolo mi piace molto il disegno centrale della cover ^^ in effetti con i volumi unici c'è sempre il rischio di mettere troppa carne al fuoco. Devo dire però che gli shojo più datati, anche se magari ci sono clichè o drammi esagerati, mi ispirano sempre un pelino di più di quelli più moderni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem sempre di più rispetto a quelli moderni (che ormai compro col contagocce LoL)."Pietà" è davvero un bel manga :3

      Elimina
  2. Gli shojo "datati" - quei pochi che ho letto - mi piacciono parecchio!
    Infatti dei due titoli da te consigliati, è il secondo che mi attirerebbe...
    Il problema è il leggerli in inglese (presumo giusto, sì?), cosa che mi scoraggia parecchio, anche perché ho notato che quando leggo fumetti in altre lingue, mi restano "meno impressi", forse perché sono più concentrato nello sforzo di leggere in altra lingua rispetto alla storia e ai disegni...
    Comunque apprezzo tantissimo il fatto di darsi da fare e rimediare alla non-pubblicazione italiana di certi titoli interessanti ^^
    Ciao, a presto!
    Orlando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà (stranamente) si trovano entrambi tradotti in italiano dall inglese quindi meglio che niente^^ però hai assolutamente ragione, leggendoli in una lingua che non è la nostra, un po' perdono...magari manchiamo certe sfumature o cose del genere.

      Elimina
    2. Credimi, non voglio essere antipatico, ma per ora la mia personale (e piccola, per carità, lo ammetto) esperienza con le traduzioni "faidatè" è stata abbastanza pessima...
      Intendiamoci: stima e affetto per quelle persone che, senza nulla in cambio, si prendono la briga di fare questa cosa; è una passione e certamente lo fanno per amore e non per secondi fini. E tutto ciò lo penso sinceramente.
      Ho, purtroppo, avuto la sfortuna di beccarmi un certo numero di traduzioni in "italiano"... beh, le virgolette tra le quali ho racchiuso la parola "italiano" dovrebbero essere sufficientemente esplicative... :-/
      Non generalizzo eh, per carità! Sicuramente ho avuto io la sfortuna di incappare nelle uniche traduzioni in un "italiano" tra virgolette e ammetto anche di essere un po' puzzone per quanto riguarda l'italiano (tendo a essere grammar-nazi, ma almeno me lo tengo per me ^^ )
      Ciao miao! :-)
      Orlando

      Elimina
    3. Concordo! Infatti quando leggo che la traduzione è fatta dall'inglese faccio un sospiro di sollievo.Perché ci sono quei gruppi che millantano traduzioni addirittura dal giapponese ma poi il giapponese lo sanno come me LOL ;)

      Elimina