lunedì 24 novembre 2014

Pagelle: "Prophecy" di Tetsuya Tsutsui + "Valmont - le relazioni pericolose" di Chiho Saito.

Titolo: "Prophecy"
Autore: Tetsuya Tsutsui
Volumi: 3 (serie conclusa)
Genere: Seinen

Editore: J-POP

Trama: La sezione anticrimine informatica di Tokyo è in difficoltà. Un uomo che indossa come maschera la pagine di un giornale, carica on-line dei video prevedendo abbietti crimini: stupri, aggressioni, incendi... profezie che il giorno dopo vengono confermate dai telegiornali.
Chi è costui? Come riesce a fare le sue predizioni? Quali sono le sue motivazioni, le sue ambizioni?
E' l'inizio di una corsa contro il tempo per gli ispettori, mentre nel frattempo il sostegno popolare cresce attorno a questa misteriosa figura. I vessati dalla società che frequentano chat e forum di discussione, si ritrovano sempre più inclusi nella sua lotta.


Consigliato? Sì! Avevo fatto una specie di patto con Acalia Fenders, del tipo "do un'occasione a "Prophecy" se tu dai un'occasione ad "Ayako" del duo Ikeda", e così è stato. E siamo rimaste soddisfatte entrambe da queste diverse letture ;)
Tre volumi sono proprio la quantità giusta per raccontare la storia di "Paper Boy" e dei suoi amici, che vogliono far sentire la loro voce in una società troppo ingiusta. Niente pietismi, niente "storie con la morale" i fatti sono semplici e i personaggi ben caratterizzati, in particolar modo il commissario di polizia Yoshino.
Un seinen manga affascinante, che tiene il lettore con gli occhi incollati alle pagine e di forte impatto.
L'edizione J-POP  è ottima, con pagine a colori e carta buona. L'unico neo è che hanno tradotto e pubblicato l'edizione francese, per cui certe "sfumature" ce le saremo sicuramente perse, perchè è sempre meglio leggere un'opera tradotta nella sua versione originale che non leggere "la traduzione della traduzione".

Storia: 8,5
Disegni: 8

Edizione J-POP: 8,5 [non do il massimo dei voti solo per i motivi sopra elencati].

Per una recensione che rende giustizia a questo titolo, leggetevi il post di Acalia Fenders.


Titolo: "Valmont - Le relazioni pericolose"

Autore: Chiho Saito [sceneggiatura tratta dal romanzo "Le relazioni pericolose" di Pierre Choderlos de Laclos]
Volumi: 2 (serie conclusa)
Genere: Josei

Editore: Planet Manga

Trama: Francia, settecento. Il visconte di Valmont è un libertino di bell'aspetto a cui piace sedurre  le donne per poi lasciarle senza troppi rimpianti. La sua controparte femminile (piu' discreta) è la marchesa di Merteuil, che la lega a Valmont in una specie di rapporto/amicizia/scopamicizia molto ambiguo.
Quando il visconte va a trovare sua nonna fuori Parigi, fa la conoscenza dell'algida Madame de Tourvel , che sembra provare disinteresse per lui e sembra piu' interessata ai dettami religiosi e far compagnia alla nonna di lui.
Nel frattempo, a Parigi, la marchesa di Merteuil viene a sapere che Cécile, figlia di una sua amica, dovrà sposarsi con un Generale che la marchesa non digerisce e decide di vendicarsi....facendola sverginare proprio da Valmont. Il problema è che nel frattempo Cécile si innamora del suo insegnante di musica, il Cavaliere Danceny....Tramite una fitta corrispondenza, Valmont e la Merteuil riusciranno nel loro piano?

Consigliato? Sì, ma non è un manga per tutti. A me la Saito non piace (come sceneggiatrice) e infatti ho apprezzato quest'opera in due volumi, proprio perchè non è farina del suo sacco. Sennò sarei stata lontana anni luce anche solo dallo sfogliarla. E' vero che i suoi disegni sono incantevoli, ma questa donna ha seri problemi per quanto riguarda le trame in generale, anche se mi sembra molto migliorata dalle cagatelle che ci hanno propinato negli anni passati. 
In ogni caso de "Le relazioni pericolose", oltre al romanzo, esistono una miriadi di film diversi....Io ne ho da poco visto la rivisitazione moderna in chiave cinese, ad esempio.
Comunque, chi odia intrighi, passioni e tragedie (because there's no happy ending) è pregato di astenersi dalla lettura.
L'edizione Planet manga è quella a poco prezzo da edicola...sinceramente per una serie così breve potevano anche optare per il formato da fumetteria  in una veste piu' elegante, ma puo' darsi che dopo tutti questi anni la Saito in Italia vende ancora bene...

Storia: 7,5
Disegni: 9

Edizione Planet Manga: 7,5



10 commenti:

  1. Come ho scritto anche nel post di Acalia, di Tsutsui avevo letto anni fa un volume unici (duds hunt) che ai tempi non mi aveva convinta particolarmente, anche perché in quel periodo avevo letto sí e no 3 manga e nessuno era seinen xD
    Questo prophecy mi sembra una versione più articolata e più matura nel tratto :) magari un'occasione gliela darò visto che ne state parlando così bene ^^

    Io un giorno le voglio leggere le saito-soap ;-; quella cosa lí dei valzer mi intrippa tantissimo ahahah
    Delle relazioni pericolose non ho mai letto il romanzo e, quando è così, preferisco prima leggere l'originale e poi le opere ispirate ad esso :) sono contenta per te che almeno non si sia rivelato una totale cacchina xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No anzi la Saito con "Valmont" mi ha sorpresa ;)
      Aahah si "Valzer in Bianco" non è nemmeno dei piu' brutti , la sufficienza (per me) ce l'ha.
      "Prophecy" te lo consiglio è davvero originale e ben fatto ;)

      Elimina
  2. Tsutsui è un autore molto interessante, e con Prophecy ha dato davvero prova di grande maturità e coraggio. Io avevo già letto Manhole (3 volumi, un fantathriller molto interessante), ma con Prophecy si è davvero superato.

    La Saito deve aver capito che come sceneggiatrice fa un po' pena e infatti ultimamene si è data alle trasposizioni di opere famose. Beh, io abbraccio completamente questa sua scelta! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yue, facciamo una petizione per "VS Lupin" mi ispira tantissimo XD

      Io invece di Tsutsui non avevo letto nulla prima d'ora....i fanta-thriller non sono propriamente il mio genere, se fa altri seinen con argomenti che mi interessano lo seguirò con piacere anche in futuro quest'autore.

      Elimina
  3. Sono davvero contenta che ti sia piaciuto Prophecy! Secondo me è un titolo che merita tantissimo :D

    Sull'edizione: come ti dicevo nei commenti sul mio blog, il manga è effettivamente nato da una collaborazione della casa nipponica e la francese Ki-On (info reperita sulla pagina di wikipedia francese del manga), quindi non è detto che la versione francese non sia l'effettivo materiale originale. Poi l'autore è giapponese ma credo che per una volta si possa fare un'eccezione :D

    Sulla Saito passo allegramente, non è il mio tipo di autrice ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ok se è nato proprio da una collaborazione, nulla da dire! Si tiene un voto molto alto come edizione perchè ci sono pure pagine a colori.
      Sono curiosa sullo spin-off però a quanto ho capito per ora non esiste neanche un volumetto ma solo un capitolo.

      Elimina
  4. Prophecy mi è piaciuto, ma mi è sembrato un po' in calo nel finale. Per Valmont, ok (ovviamente) la trama, ma il disegno è fin troppo languido... Troppo etereo: è una storia di forti emozioni, quindi avrei preferito anche un tratto più solido, e l'ambiguità dei personaggi avrebbe meritato di riflettersi maggiormente su carta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho avvertito la sensazione di "calo" nel volume 3, ma tutto sommato è un'ottima lettura.

      Per Valmont, fammi un esempio di un'autrice a cui avresti "fatto disegnare" l'opera, dai sono curiosa XD

      Elimina
    2. Asumiko Nakamura: disegno elegante, e con una certa predilezione per le atmosfere ambigue e i lati oscuri che in una storia come questa avrebbero meritato di risaltare di più.

      Elimina
    3. Sicuramente sarebbe uscito qualcosa di molto ma molto interessante, ma nessuna casa ed. italiana l'avrebbe pubblicato :( apparte "Compagni di classe", non è minimamente considerata.

      Elimina