giovedì 4 dicembre 2014

"La promessa dei ciliegi" di Keiko Ichiguchi + "In una lontana città" di Jiro Taniguchi

Titolo: "La promessa dei ciliegi"
Autore: Keiko Ichiguchi


Volumi: 1 (volume unico)
Genere: Josei [mia deduzione...non è stato infatti serializzato in nessuna rivista giapponese, essendo uscito direttamente in volume prima in Francia e poi in Italia].
Editore: Euromanga Edizioni.


Trama: Itsuko è una bambina cagionevole di salute. Durante un controllo medico, sente una conversazione tra i genitori e il medico, dove lui riferisce a loro che la bimba ha una malattia che in certi casi puo' essere mortale. Da qui Itsuko scoprirà ben presto cosa significa la parola "morte", il non "esserci piu'", lo "sparire per sempre". La ragazzina non puo' fare ginnastica come gli altri, e per questo si sente un po' isolata. L'arrivo di una nuova maestra però, particolarmente sensibile ma tenace, farà acquistare fiducia ad Itsuko che ben presto diventerà piu' ottimista e allegra.
A 14 anni il pericolo è scampato e Itsuko è in piena forma. Nel frattempo l'azione si svolge nel 2011. Itsuko vive in Italia (a Bologna) con Angelo. Entrambi lavorano nell'editoria e frequentano una vita come quella di tutti. Poi arriva l'11 Marzo 2011, lo tsunami e il disastro di Fukushima. Le notizie che Itsuko apprende dall'Italia sono in parte sbagliate e generano ansia. La ragazza tramite internet segue il susseguirsi di eventi sui siti giapponesi, e mentre i giorni passano realizza che il governo nipponico non sta facendo tutto quello che è in suo potere per arginare la crisi e informare meglio e con chiarezza.
Verso Aprile, la ragazza decide di tornare in Giappone, ad Osaka per la precisione. Una volta tornata nella sua città natale con Angelo, scopre che nulla è cambiato, i ciliegi sono in piena fioritura e deve adempiere alla sua promessa, ovvero ammirare lo sbocciare dei ciliegi insieme alla sua adorata Maestra, ormai settantacinquenne e non piu' in forma come una volta. 
Però a circa 500 km di distanza, la situazione rimane sempre critica con morti e dispersi....

Consigliato? Assolutamente Sì! Non mi aspettavo assolutamente nulla da questo manga, ma invece è stata una piacevolissima sorpresa. Non amo molto la Ichiguchi come autrice, per cui aveva un po' di riserve, ma dopo aver letto il trafiletto con la trama, mi sono decisa a comprarlo. E' raro (qui in Italia almeno) che si parli nei manga del disastro di Fukushima. Qui è abbastanza accennato, però si percepisce appieno il panico di Itsuko e anche il sentirsi inutili a cosi' tanti KM di distanza dal paese natio.
L'opera è parzialmente autobiografica e lo si capisce benissimo, perchè è davvero molto personale e ben articolata. L'edizione Euromanga è ben fatta, ci troviamo davanti un albo di 120 pagine, di medio/grande formato (15x21) e ottima carta/rilegatura. Il prezzo è alto (9,60) però.....se lo comprate su Amazon  o IBS, risparmiate tantissimo perchè vi verrà a costare neanche 6 €...Insomma una bella differenza considerata l'edizione molto buona.
"La promessa dei ciliegi" è  stato pubblicato per la primissima volta in Francia, dall'editore KANA. In Giappone il manga credo sia tuttora inedito. 
Il senso di lettura proposto è all'occidentale, e questo mi pare inspiegabile in una collana che poi si chiama "Sensei"....

Storia: 8
Disegni: 8

Edizione Euromanga: 9.




Titolo: "In una lontana città"
Autore: Jiro Taniguchi
Volumi: 2 (serie conclusa)
Genere: Seinen

Editore: Coconino Press.



Trama: Hiroshi Nakahara ha 48 anni. La sua è un'esistenza ordinaria, impiegatizia, senza sussulti o emozioni particolari, In un giorno come tanti, senza nemmeno rendersene conto, sale su un treno diretto al suo paese natale. Si risveglierà in una città lontana nel tempo, nel suo corpo di adolescente ma con i ricordi, le conoscenze e la consapevolezza di un uomo di mezza età. Costretto a rivivere l'estate dei suoi 14 anni, Hiroshi deve confrontarsi nuovamente con le voci e i volti del suo passato, sapendo già cosa il futuro riserverà loro. E, inevitabilmente, comincia a carezzare il sogno di poter riscrivere la propria storia. Forse potrà impedire che il padre abbandoni la famiglia, evento destinato ad accadere alla fine di quella stessa estate. E, forse, potrà ritrovare la dolce spensieratezza dell'innamoramento adolescenziale. Questo viaggio nel tempo concede al protagonista un'impossibile seconda occasione, non solo per ripercorrere un tratto della sua vita, ma anche per tracciarne un bilancio. Hiroshi potrà capire finalmente se stesso, le sue debolezze, la sua fragile umanità di figlio e di padre. Forse un nuovo inizio è possibile anche se non è possibile cambiare il passato.

Nota: il manga è stato per la prima volta pubblicato in Italia da Coconino Press in due volumi e col titolo "In una lontana città". Successivamente Rizzoli ne pubblica una nuova edizione in volume unico. Una successiva riedizione, sempre in volume unico, è ad opera di Coconino Press che questa volta ne cambia il titolo in "Quartieri lontani".  [by Animeclick]


Consigliato? Sì! Questa storia in due volumi è molto godibile. Non mi ha fatto lo stesso effetto di "Al tempo di papà" ma è ugualmente una storia delicata e molto intimista. 
E' bello vedere come un ragazzino di 14 anni, ma con la mente di uomo di 48, si destreggi cercando di cambiare il corso delle cose. Sicuramente l'autore ha avuto un'idea molto originale ed è anche riuscito a realizzarla bene su carta.

Storia: 8
Disegni: 7,5

Edizione Coconino Press: 8.




7 commenti:

  1. Ho preso questo volume della ichiguchi grazie ad un buono alla feltrinelli ricevuto per il mio compleanno *^*
    Piccola chicca: il prezzo dello store feltrinelli è errato (6,90 invece di 9,60) ed è ulteriormente scontato, quindi si può recuperare ad un po' più di 5 euro ;)
    purtroppo per via dello studio non ho ancora avuto modo di leggerlo, ma sono contenta di leggerne una recensione positiva da parte tua! ♡ come manga della ichiguchi questo è il primo che prendo ma ne ho già un altro in scambio su bookmooch ^-^

    Anche il manga di taniguchi mi ispira molto! È un autore dotato di una grandissima sensibilità! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante, vediamo se riesco a fare un salto alla Feltrinelli :D

      Elimina
    2. Si infatti sto manga ha un prezzo sulla copertina che poi online o nei negozi è diverso, non ho capito bene perchè XD
      In ogni caso spero troverai il tempo di leggerlo presto Cle, cosi mi fai sapere che ne pensi...Tanto sono solo 120 pagine , si legge velocemente anche per le lumache come me XD

      Elimina
  2. A me la Ichiguchi piace poco: la trovo insipida, sia come disegnatrice che come narratrice. Questo "La promessa dei ciliegi" l'ho sfogliato al Lucca Comics, ed in effetti un po' di curiosità me l'aveva messa. Leggendo la tua pagella ogni dubbio è stato fugato: penso proprio che lo prenderò (on-line, visto che dite che si trova! ;) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem idem, però di suo non leggevo qualcosa di così bello dai tempi di "1945", il suo piu' bel lavoro secondo me.
      Guarda su Amazon in questo momento costa 5,80 direi che è un prezzo piu' che popolare visto anche l'elegante edizione proposta ;)

      Elimina
  3. Dei due ho letto solo il volume di Taniguchi e devo dire che anche io l'ho trovato inferiore rispetto "Ai tempi di papà" ma comunque molto bello :D
    Il volume della Ichiguci, invece, potrei farci sopra un pensierino e recuperarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già è un pelo inferiore, forse certe situazioni sono troppo "lente" in ogni caso è comunque un bel manga :)

      Si si cosi' mi fai pensare che ne pensi a proposito di quello della Ichiguchi :)

      Elimina