lunedì 4 gennaio 2016

Mes lectures en français pt.2

Oggi vi parlo di due volumi unici della stessa autrice, Masako Yoshi. E' una mangaka tutt'ora attiva in Giappone,ma il suo exploit l'ha avuto negli anni '80, con le sue commedie sentimentali che poi molte autrici attuali hanno ripreso.

In "Du Haut De Mon Monde" [Dall'alto del mio mondo], volume unico del 1985 che comprende quest'unica storia, assistiamo alle vicende tragicomiche di Aoi, studentessa che a causa di una malattia non grave ha saltato un anno di scuola, per cui si ritrova un po' fuori posto tra compagni piu' giovani di lei di un anno.
Durante la convalescenza, Aoi ha passato il tempo per lo piu' a studiare e...a fantasticare! Immaginava di essere sopra i rami di un albero enorme, dove da lì osservava tutto e aspettava con impazienza che il suo principe azzurro salisse le lunghissime scale che portavano fino ai rami...Ma ovviamente la realtà è ben diversa e dopo essersi imbattuta in Akira (il presunto principe azzurro) completamente nuda (visto che il ragazzo gestisce insieme alla madre un bagno pubblico), la situazione si complica ulteriormente con un crescendo di situazioni tragicomiche e dolci allo stesso tempo.

Il bello di questo manga è che lancia un po' il messaggio "non si puo' vivere di sola fantasia, bisogna (prima o poi),prendere il coraggio a due mani ed agire".
I disegni della Yoshi sono i classici disegni di una mangaka shoujo degli anni 80 (ma senza occhioni sbrilluccicanti e decorazioni floreali). Anzi il tratto è piuttosto "grezzo", mi ha ricordato per certi versi la mitica Kaoru Tada ma piu' impersonale (non è una critica, ma i disegni della Tada resteranno per sempre unici...un po' come quelli di Kyoko Okazaki, tanto per capirci).

Storia: 8,5
Disegni: 7,5
Edizione Black Box Editions: 7,5.


L'altro volume in questione è "Très cher Mozart" [Carissimo Mozart]. Il tomo contiene 3 storie diverse
che non hanno collegamenti tra loro. La prima, quella che dà il titolo all'albo, è la piu' riuscita: racconta di un ragazzo che si chiama Inoue appassionato di musica classica...il problema è che non sa leggere le note su spartito! Con l'aiuto di Tamoto inizierà ad esercitarsi, anche perchè vuole fare breccia nel cuore della ragazza suonando in un mini complesso di cui fa appunto parte Tamoto insieme ad altri due amici. Ma il cuore della ragazza sembra però battere per un giovane insegnante...
L'altra storia "Ciel Larmoyant" [Cielo piagnucoloso] racconta di Yui, bella ragazza a cui non mancano di certo i corteggiatori....ma quando è lei ad interessarsi a Yano, lui la rifiuta. A distanza di tempo, Yui sembra non aver superato la vergogna di essere stata rifiutata, proprio lei "la piu' bella della scuola" , per cui anche quando a distanza di tempo rincontra il ragazzo per caso ad una gita con amici, non riesce proprio a perdonarlo. Dopo una brutta tempesta, Yano spiegherà a Yui il perchè quel giorno la rifiutò....
L'ultimo racconto, "Sombres Matins" [Mattine Buie], si discosta dai precedenti in quanto parla di una ragazza alla prese col mondo del lavoro. Saito lavora presso un'agenzia che commissiona pubblicità di vestiti per bambini. Dopo un periodo di magra, le viene assegnato un lavoro con un certo Harada, fotografo scorbutico che sembra conoscere molto bene la nostra protagonista...cosa nascondono i due?

Essendo un volume di 175 pagine per tre storie, l'autrice non ha avuto modo di approfondire certi aspetti. Per cui gli ultimi due racconti risentono un po' di una certa ingenuità o di un "ho già letto qualcosa di simile" pero' non sono malvagi, solo poco originali.

Storia: 6,5 (la somma di tutti e tre i racconti)
Disegni: 7,5
Edizione Black Box Editions: 7,5.

Volevo brevemente parlarvi dell'edizioni della Black Box Editions. Inizialmente in Francia, la B.B.E pubblicava solo DVD. Poi si è data alla pubblicazione dei manga (un po' come la Dynit in Italia, per fare un esempio spiccio).
Le sue edizioni manga non sono brutte pero' far pagare 10€  un albo di 175 pagine che non ha neanche una sovra copertina (e pagine a colori) mi pare un po' troppo...senza contare che la qualità della carta non è neanche eccelsa. Forse si paga il formato (15x21), ma comunque mi sembra un prezzo eccessivo. E poi gli italiani si lamentano dei 6,50 delle belle edizioni della PlaMa, LOL.

6 commenti:

  1. Queste storie non sono certo il mio genere, ma per lo meno sembrano testimoniare una certa varietà nell'offerta manga in Francia.
    Sul prezzo dei volumi, è un dato di fatto che all'estero, in generale, costano di più che in Italia, ma sono gli italiani che proprio non vogliono capirlo; da qui proteste a non finire se per volumi più corposi e con pagine a colori c'è un aumento di 60 centesimi dell'abituale prezzo di copertina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero non sono il tuo genere ma si tratti comunque di shoujo anni 80 dove non ci sono fiorellini e occhietti che luccicano. Non ci sono orfane, tragedie e via dicendo XD Secondo me il primo titolo potrebbe anche piacerti, io l'ho trovato molto carino ;)

      Si infatti,gli italiani non vogliono proprio capire e anzi, sono stati "abituali male" con le edizioni scrause a 3,10 vendute solo in edicola...In Francia il manga meno caro costa sui 6 euro, non ci sono prezzi minori. Qui alberga il mito del manga da edicola a 4,50 per cui già un 6 euro è visto come un prezzo eccessivo, figuriamoci un albo che costa 10,50.

      Elimina
  2. Vedo che di questa autrice hanno pubblicato un bel po' di cosine in Francia. Il primo volume di cui hai parlato sembra molto grazioso, mi incuriosisce! Peccato per l'edizione scrausa e costosetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, hanno pubblicato anche due titoli piu' lunghi (e quindi piu' corposi),che recuperero' in un secondo momento anche perchè ne ho sentito parlare bene ;)

      Elimina
  3. Dopo aver visto certi prezzi che circolano all'estero, non mi lamento più nemmeno dei 7,50 di Ooku!

    Il secondo volume mi dice poco, mentre il secondo sembra già più carino. Il tratto in effetti mi ricordava qualcosa di familiare e ora che ci penso la Tada è un accostamento azzeccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi Ooku ha anche una bella edizione...La sovra copertina è tipo "cartonata", ci sono paginette a colori e la qualità della carta è ottima.
      Pero' bisogna sempre lamentarsi!

      Si sono quelle mangaka leggermente alternative, che non facevano sbrillucichii o fiorellini hihihi :3

      Elimina