giovedì 25 febbraio 2016

Considerazioni: "Ohana Holoholo" n.1

Siccome parlerò in maniera più o meno approfondita di tutto il volume, SE NON L'AVETE LETTO e NON volete anticipazioni, fermate la lettura ;)


Le protagoniste di questo josei manga serializzato a partire dal 2008 sul magazine "Feel Young" di Shodensha, sono Maya (e si, si chiama come la mia gatta)^^ una traduttrice lesbica e Michiru, una ragazza un po' volubile che è stata l' ex fidanzata di Maya.
Le due tornano a vivere insieme, ma solo come amiche. Pero' Michiru nel frattempo è diventata mamma dell' adorabilissimo Yuta, un bambino mega puccioso di circa 3 anni che va pazzo per il budino e ama tanto collezionare pietre e sassolini (e non si separa quasi mai dal suo pupazzo/coniglio).
Tra le due pero' i sentimenti non sembrano sopiti: ad esempio, mentre un ex compagno di classe abbraccia (amichevolmente) Maya e Michiru li vede casualmente, viene rosa dalla gelosia tanto da sparire per un po' dall'appartamento.
Anche Maya sembra ancora visibilmente attratta dall'ex: vorrebbe baciarla e continua a pensare al passato.

In questo scenario composto da solo donne (Yuta chan a parte), c'è un personaggio molto interessante che si chiama Nico. Si tratta di un bel ragazzo che abita al piano di sotto e che si è molto affezionato al bambino. Il perchè viene svelato a metà tomo: il padre di Yuta è stato proprio fidanzato con Nico.
Insomma un bisex che pero' ad un certo punto si è messo con Michiru e hanno avuto un bambino....Sicuramente l'autrice spiegherà meglio le dinamiche nei restanti 5 volumi, anche perchè il padre di Yuta è purtroppo morto e per ora non si sanno altre cose su di lui.
Questo manga viene pubblicato in un momento fondamentale per quanto riguarda i diritti GLBT in Italia. Si parla infatti di una coppia di donne che alleva un bambino. Una è lesbica, l'altra è bisex. Mentre la madre naturale di Yuta lavora in un call center, Maya che è traduttrice e ha presumibilmente orari piu' flessibili sul lavoro, lo va a prendere all'uscita dell'asilo proprio come se fosse la madre biologica.
Insomma, l'amore c'è in una famiglia indipendentemente dal fatto che sia composta da uomo/donna o uomo/uomo o donna/donna. E magari sarebbe anche ora che in Italia se ne accorgessero. 

Il tratto di Shino Torino, che è stata a lungo assistente della piu' famosa Chica Umino, è molto simile alla sua "maestra". Visi molto espressivi, occhi che parlano da soli e una narrazione molto delicata e dinamica allo stesso tempo. Non mancano ovviamente dei momenti comici che strappano delle risate.

L'edizione REN BOOKS è molto curata: non c'è la sovra copertina ma una copertina resistente con le alette. L'unica cosa che non mi piace è il font troppo grosso usato per il titolo, ma ovviamente sono gusti personali. Il formato usato è il mio preferito, il 15x21 che da giustizia ai bei disegni. E' anche presente all'inizio un'illustrazione a colori.
Spero che la casa editrice non ci faccia soffrire troppo e che porti i restanti volumi in tempi umani. Una storia così bella infatti va letta senza troppe pause.

Non nascondo che "Ohana Holoholo" era uno di quei manga che aspettavo con piu' trepidazione, vuoi per il tipo di storia raccontato e vuoi per i disegni molto belli e curati.
Buona lettura a tutti/e.


18 commenti:

  1. Non avendo ancora ritirato il volumetto in fumetteria mi sono trattenuto dal leggere approfonditamente :)
    Ma ho letto da "Questo manga viene pubblicato in un momento fondamentale per quanto riguarda i diritti GLBT in Italia...".
    Purtroppo sfogliando i giornali di oggi mi è salita una "carogna" che non accenna a placarsi. Qualsiasi cosa dicessi non sarebbe utile né a me né a nessuno, quindi mi taccio e continuo a mangiarmi in silenzio (tranne ai cortei, dove un po' di voce mi esce ancora!) il mio pezzetto di fegato quotidiano...
    Attendevo con ansia questo manga, di cui non so quasi nulla, per due motivi: il primo è che esce per Renbooks :) , il secondo che il segno della mangaka che si chiama come la città in cui vivo :-D mi piace!
    Ho una gran voglia di leggere questo manga e spero di poter passare presto in fumetteria :)
    Un abbracciotto e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si in Italia alla fine hanno approvato una legge/non legge...
      Nessun obbligo di fedeltà, no stepchild adoption...Insomma uno schifo disumano.

      Questa manga è quanto piu' normale ci possa essere: amore indistinto e un bambino che cresce benissimo con due donne (e col vicino del piano di sotto). Insomma una lettura coinvolgente ed intelligente. Magari dopo che l'avrei letto, facci un articolo...merita di essere spammato^^.

      Un abbraccio anche a te ^_^

      Elimina
  2. Io l'ho richiesto in fumetteria anche se ci sono sempre un po' di problemi col ritiro dei volumi Renbooks.. male che vada hanno invetato i negozi online.. uhuhuhuh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti puo' essere utile, io l'ho trovato addirittura su Amazon...per fartela breve è stato (per fortuna) distribuito molto meglio rispetto ai loro manga precedenti :)

      Elimina
    2. E' uscito anche nelle librerie, tipo Feltrinelli e Mondadori! A Firenze ne ho viste parecchie copie.

      Elimina
  3. Un miracolo ha voluto che il volume arrivasse anche nella mia fumetteria (cosa da non dare mai per scontata...), e così, dopo tanta attesa dal suo annuncio, finalmente anch'io ho potuto leggere "Ohana Holoholo": mi è piaciuto molto, soprattutto per il messaggio di fondo su cosa sia davvero una famiglia, ma aspetto i prossimi volumi per farmi un'idea più corposa sulla serie.
    Ok i personaggi maschili, il piccolo Yuta e Nico, che però hanno comunque un ruolo secondario, mentre al momento non ho molta simpatia per le due protagoniste...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michiru non è mi molto simpatica neanche a me (troppo infantile e mi sembra anche piuttosto egoista) mentre Maya devo dire che è l'esatto opposto, piu' calibrata adulta...insomma mi piace di piu' Maya.

      Anche io sono curiosa di sapere come prosegue la storia, ricordiamoci sempre che per l'autrice questa è la sua serie di debutto ;)

      Elimina
  4. Penso di essere l'unica persona al mondo a non amare particolarmente Nico. Lo trovo un personaggio nel complesso abbastanza assurdo e fastidioso e spero davvero che nei prossimi volumi venga approfondito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assurdo si, nel senso che sembrava molto legato al padre di Yuta ma intanto fa lo sciupafemmine...pero' boh, a me sta molto simpatico e mi piacciono tantissimo le scenette tra lui e Yuta-chan. Non ci resta che scoprire qualcosa su di lui nei prossimi volumi ;) (sperando SEMPRE che Ren li porti in tempi umani).

      Elimina
    2. In effetti la mia speranza è che il personaggio del padre di Yuta non resti una figura "indistinta" fino alla fine, ma che ci sia qualche capitolo dove viene sviluppato maggiormente (e di conseguenza mostrato il suo rapporto con Nico). Ho letto che il sesto volume contiene solo storie "extra", quindi sono abbastanza fiducioso.

      Elimina
    3. Non sapevo che il 6 era tutto di storie extra, meglio così. Ripeto, a me preoccupa non poco la cadenza Ren :(

      Elimina
    4. Io l'ho scoperto su Okazu: Erica non ha recensito il sesto volume proprio perché dedicato ad altri personaggi complementari alle due protagoniste. Staremo a vedere ( e non mi pronuncio sulla cadenza...mi armo solamente di tanta, TANTA pazienza ). Hai visto la serie nuova della Torino, Boy Skirt? È abbastanza curiosa ( chissà se arriveranno mai le scan)...

      Elimina
    5. Di Boy Skirt ho visto solo la Cover, ma non so assolutamente di cosa parli. ...tu hai più info?

      Elimina
    6. Macchè! Ma il titolo è tutto un programma!

      Elimina
  5. Questo titolo mi ha subito incuriosita da quando è stato annunciato e dato che non sono tanti volumi, avrei anche un motivo in più per recuperarlo! :)
    Solo che prima preferirei farmi un'idea più precisa sulla cadenza delle uscite, perchè ormai, a parte un'eccezione, seguo solo serie che escono una volta ogni mille anni e per ora mi da un po' di fastidio. Sorairo sono solo tre volumi e ancora non è concluso, per esempio, e il secondo volume non mi ha neanche fatta impazzire. Quindi penso che lo recupereró, ma non immediatamente :/ ho davvero troppo da smaltire oltretutto T_T
    Comunque sono contenta che il tuo parere sia positivo! :) è sicuramente un incentivo in più per il recupero ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sarebbe un acquisto da fare al volo se....se non fosse per l'editore , molto incostante e non molto seria (e per Sorairo la penso come te....per 3 volumi striminziti ci stanno mettendo 5 anni).
      È anche vero che un manga così poco commerciale come Ohana solo una casa editrice di nicchia poteva pubblicarlo. In ogni caso è una storia che consiglio, specie per quello che sta accadendo in Italia in questo periodo (e sono sempre più contenta di non viverci....).

      Elimina
  6. Chissà adesso quando usciranno gli altri volumi... Considera che ho riguardato Akachan to boku e riletto Maison Ikkoku, perchè l'atmosfera di Ohana m ha ricordato molto queste due serie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io voglio riguardarmi Akachan to boku, dove posso trovarlo?

      Eh infatti speriamo di non penare troppo per i restanti 5 volumi.....

      Elimina