lunedì 14 agosto 2017

Cosa leggevo da ragazzina? (e non solo...)

Ho preso spunto dal post della mia amica Julia per svelarvi cosa leggevo da ragazzina (ammesso che a qualcuno importi qualcosa XD) , ma non mi soffermero'  solo sulle letture bensi' parlerò anche dei giocattoli (io ho giocato con le Barbie fino alle superiori, e non me ne vergogno LOL) , dei cartoni che vedevo in quel periodo e via dicendo....Ma andiamo con ordine!

LIBRI:


Cercando l'immagine su Google, mi sono imbattuta nelle cover delle
varie edizioni piu' recenti....Mamma mia che brutte! Questa che vedete è
la primissima edizione, quella che avevo io. La collana "Gaia Junior"
era "famosa" per le sue cover (a mio avviso), molto belle e forse sono
state proprio le bellissime cover a farmi avvicinare a questi libri.
Da ragazzina (intendo tipo dai 10 ai 14 anni) leggevo tantissimo una collana di libri per ragazze [e non solo,why not?]  edita dalla Mondadori che si intitola "Gaia Junior".
La "Gaia Junior" mi ha fatto conoscere un'autrice favolosa, Bianca Pitzorno (penso di essermi letta trecento volte "Speciale Violante" e il seguito "Principessa Laurentina").
Alle elementari io odiavo leggere, mi ricordo che quando le maestre ci portavano in biblioteca, puntualmente ero l'unica che sbuffava perchè non trovavo nulla che mi interessasse e mi SPAVENTAVANO  i libri lunghi, per cui ogni volta sceglievo qualche lettura con al massimo 90 pagine XD
L'amore per la lettura penso sia sbocciato alle medie, grazie ad una mia amica che appunto aveva questi "Gaia Junior"che tra l'altro erano si, rivolti a ragazze 12enni (come suggerisce il retro copertina), ma affrontavano le tematiche piu' disparate: "All'ombra del salice" di Ruth White parlava ad esempio di un'adolescente vittima di abusi sessuali  da parte del patrigno; "Camilla e  i suoi amici" di Sandra Scoppettone (nome italiano, autrice americana) parlava di omosessualità. Poi c'erano dei libri che affrontavano i piu' svariati argomenti  e di cui io ora purtroppo non ricordo i titoli...tra i vari soggetti vi era la storia di una ragazza armena ambientata all'epoca della guerra contro i curdi, oppure la storia di una ragazza grassa obbligata dalla madre a dimagrire. Altri racconti erano piu' virati verso il giallo e il mistery, ma la maggior parte raccontavano di famiglie americane povere con figlie che cercavano di trovare la propria strada in una società parecchio infida.


GIOCATTOLI:


Mi ero completamente dimenticata della cintura col fiore
di pesco! Bella *_* Esisteva anche la variante con la Barbie
di colore ;)
Le Barbie erano il mio punto debole^^ non tanto le Barbie, ma i loro vestiti. Ne avevano tantissimi. Barbie ne avevo poche, forse al massimo cinque (e tutte diverse...oltre alla classica bionda, avevo quella coi capelli rossi e le lentiggini, quella di colore,  quella coi capelli neri, quella castana). Ma vestiti ne avevo a bizzeffe, il mio sogno da ragazzina era infatti quello di diventare una stilista per cui provavo e riprovavo mille vestiti sulle barbie e improvvisavo sfilate di moda. La mia Barbie preferita era "Fior di pesco", con un vestito arancio molto bello. Era un regalo di Natale, credo (ricevuto quando facevo la prima elementare,  questo me lo ricordo benissimo).

Mi piacevano tanto anche le Polly Pocket, io personalmente non le avevo, ma ci giocavo con una mia amichetta che abitava in un palazzo adiacente al mio. Adoravo anche i "My little Pony" ne avevo un paio anche se ne avrei voluti molto piu'!

Avendo un fratello maschio, non avevo problemi a giocare alle Micro machines, alle action figures dei Ghostbusters  e a quelle delle Ninja Turtles. Insomma, non mi facevo mancare nulla.


CARTONI ANIMATI:

In quel periodo ero in fissa con l'anime di Sailor Moon, con quello di "Saint Tail" e con i vari meisaku che replicavano all'epoca.
Ovviamente immancabili i vari "Mila & Shiro", "Jem & le Holograms", "Occhi di gatto" e le svariate majokko che tanto mi piacevano.


TELEFILM:

Quando ero ragazzina guardavo tantissimo "Beverly Hills 90210" [che cotta per David-Brian Austin Green!]. Non mi perdevo un episodio di "Bayside School" e di quel telefilm trash francese, "Primi Baci".


E voi? sono curiosa, ditemi la vostra!^^

22 commenti:

  1. Verso i 12 anni ero in fissa con gli horror, quindi -oltre ai centomila vari fumetti di sempre- leggevo molto King.
    Giocattoli: purtroppo i Masters non c'erano più, quindi solo Lego.
    Cartoni Animati: tutti quelli che passavano in tv, anche nei canali privati. Pure io rimasi affascinato da Sailor Moon, la stagione 3 (per me un piccolo capolavoro).
    Telefilm: Zorro su Raiuno XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi ricordo che tra i miei amichetti spopolava la mania dei libri "Piccoli brividi" :)

      I canali privati davano i migliori cartoni, e la censura era quasi assente XD

      Buon ferragosto^^

      Elimina
    2. Diciamo che quella è più l'epoca dei miei fratelli (io però amavo Hai paura dei buio?, un telefilm analogo a quello tratto dai libri Piccoli Brividi)^^
      I canali privati sono stati delle vere e proprie MINIERE, spesso anarchiche e impazzite^^
      Grazie e buon ferragosto anche a te!!

      Moz-

      Elimina
  2. Interessante post mi ci ritrovo molto! :)
    Io ricordo leggevo questo mini libricini del battello a Vapore (ce li davano per scuola alle elementari), ma anche di mia sponte mi cercavo nella biblioteca del mio paese qualunque nuovo libro mi attirasse. Dalle favole africane, al librino con protagonista una vampira, al mega tomo bellissimo di beatrix potter, così come le storie di Boscordirovo (adoravo esplorare ogni dettaglio raffigurato nelle sezione dei tronchi, dove si vedevano tutte le stanze della casa dei topi!). Ero devotissima di Minnie e company il giornalino dedicato quasi solo all'universo femminile di Minni, Paperina, Brigitta etc.
    Guai a perderne un numero!
    Più avanti quando divenne magazine anche minni quindi quando si trasformò in una rivista un pò da bimbominkia lo lasciai (avevano anche cambiato la numerazione, bastava poco per arrivare al numero 100!!) passai a Japane Magazine, una mini rivista per cultori di serie edite e non edite manga e anime!

    In tv era rito insostituibile mettere a canale 5 o al 6 e verdermi anchio tutto il meglio degli anni 90': sailor moon, mila e shiro, magic knight rayearth, Creamy, è un pò di magia Jhonny e la sera su reti minori con mio fratello repliche di Ken shiro, etc. Il sabato se riuscivo a indovinare l'orario Disney club sul 2 mi pare!
    L'unica cosa che mi spiace mi persi - dato che non avevo ben capito perchè cambiassero palinsesto e orari i cartoni- fu la 5° serie di sailor moon che davano sul 4.^^ Misteri...

    Come giochi ricordo anchio le Barbie, Polly pocket che amavo ma costavano tanto! (ricordo uno che costò 50.000 Lire!!), bambole e gadget di Sailor moon, My little Pony, le buste sopresa che non sapevi che meraviglie (o patacche) potevi trovare! Anchio con mio fratello però capitava imitavo i suoi giochi fatti con i lego, o con jurassic park, o con la pista delle macchinine. E i giochi da tavola: "Vampiri in salsa rossa", Jurassic park appunto,Indovina chi, battle masters etc.


    Che bei ricordi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manuela e buon ferragosto anche a te ^___^

      I libri del battello a vapore erano molto richiesti all'epoca, me li ricordo molto bene...ma non so perchè ho sempre preferito i "Gaia Junior".

      Cosa mi hai fatto ricordare, il Japan Magazine...l'avevo rimosso XD
      Prima del Japan Magazine pero' compravo un magazine che si chiamava "Magic Girl" (c'era anche il corrispettivo maschile, Magic Boy). Costava un fracco di soldi, mi pare 5.000 lire per numero ma c'erano gadgets succulenti all'interno (che giustificano il prezzo elevato, per l'epoca).

      Per i giochi in scatole, c'è l'intramontabile Monopoli e anche nel mio caso il simpaticissimo "Indovina chi" :)

      Elimina
  3. Mi piace molto questo tipo di post! **
    Di Gaia Junior non ne ho mai letti, ma sembrano una collana proprio bella e anche molto matura!
    Io ne avevo parecchi del Battello a Vapore, ma ne ricordo pochissimi. Erano più che altro storie di avventura e gialli. Tra quelli che ricordo c'erano Inkiostrick, Il caso di Lapo (o qualcosa del genere XD), Strega di Classe e qualche altro. Come molti della mia generazione, il grande amore è stato Harry Potter, ma mi piaceva leggere già da prima, solo che ho una pessima memoria XD

    Anche io adoravo le Barbia *_* ne avevo alcune basate sulle principesse, tra cui due di Anastasia (versione ricca e versione povera, a cui facevo sempre fare l'uomo perchè aveva i capelli corti e non avevo bambole maschili XD) e la Bella Addormentata, che aveva l'interruttore per farle chiudere gli occhi XD Credo di aver smesso verso le scuole medie, ma perchè mia sorella si era stufata di giocarci con me e a me non piaceva giocarci da sola. Ricordo che avevamo tanti accessori, tra cui anche la Radiocasa di Barbie e il Camper *_* anche senza quelli comunque costruivamo la casa prima di iniziare, tipo The Sims (motivo per cui adoriamo quel gioco XD).

    Come fumetti, ne leggevo parecchi di Cip&Ciop, ma poi ho avuto il vuoto per le scuole medie perchè non trovavo nulla che mi ispirasse più di tanto.
    Di anime ricordo benissimo i pomeriggi passati a guardare i pokèmon e poi Rossana perchè erano quelli che preferivo, ma alla fine guardavo un po' tutto^^
    Con i Telefilm, da bambina non credo ne seguissi, o almeno non attentamente XD ma verso le medie guardavo Buffy e O.C. che io ricordi, ma non ci tiravo tantissimo. Ricordo vagamente di aver avuto una mezza cotta per Angel ma mi passò molto velocemente XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio quanto avrei voluto il camper o ancora meglio la casa di Barbia (LOL <3 ) sono stati purtroppo sogni proibiti :( c'era una mia amichetta del vicinato che aveva la casa e infatti ogni volta che andavo a casa sua, era come andare tipo nel paese delle meraviglie, non sto scherzando. Poi aveva una sorella piu' grande, quindi probabilmente molte le aveva "eriditate" da lei.

      Buffy io ero già piu' grandina haha ma al pomeriggio non mi perdevo una puntata. Angel era bellissimo e ancora adesso è davvero un bell'uomo, lo spin off su di lui pero' non ho mai avuto l'interesse di guardarlo.

      Buon ferragosto <3

      Elimina
  4. Quando mi hai chiesto se potevi riprendere il post ero curiosissima di leggere cosa ci avresti scritto ed è stata bella l'idea di trattare anche altre cose, soprattutto i giocattoli XD
    Visto che mi sono persa la Pitzorno da piccola ho intenzione di recuperare qualcosa adesso, sento molte ragazze non più bambine che la adorano ancora.
    Sulle Barbie niente da dire, uguale per me (anche se io ho smesso di giocarci alle elementari). Ricordo benissimo che avevo una bellissima cesta di quelle fatte a mano che chissà dove veniva a forma di casetta e lì dentro tenevo tutte le mie Barbie. Poi avevo una valigetta piena dei vestiti ed una valigetta a scomparti (tipo quelle che si usano per gli strumenti da cucito) colmo degli accessori. In effetti erano questi la mia parte preferita, con gli accessori diventavo matta ad arredare la casa, decorare tutto quanto. Avevo una casa più lussuosa ed una tipo mini-appartamento, poi una macchina sportiva ed il pezzo forte, il camper XD avevo così tante cose perché visto quanto ci andavo matta chiunque per qualunque occasione mi regala qualcosa che avesse a che fare con Barbie. La cosa buffa è che ogni volta passavo ORE ad arredare la casa e preparare lo scenario e alla fine mi ero già stancata e non giocavo più XD
    Ah, inoltre di maschio avevo soltanto Ken ovviamente e visto che a volte volevo coinvolgere più personaggi e mi servivano altri mariti, ogni volta andavo a rubare Action Man di mio fratello ahaha aveva il suo fascino nonostante qualche arma attaccata addosso!
    Per quanto riguarda i cartoni animati, ero categorica: Sailor Moon, Mila & Shiro e Lady Oscar. Più tardi ho avuto anche una fase Pokèmon, con tanto di album e figurine, ma è durata giusto un annetto. Con meno interesse e meno passione guardavo anche altre cose, tipo Yattaman, Milù...
    I telefilm invece li ho cominciati alle medie con Gilmore Girls, che è tutt'ora la serie tv della mia vita. In quegli anni però ho adorato anche The O.C., ma ad una certa mi son stufata e non l'ho mai finito ed idem con Heroes.
    E' stato bello leggere questo post e tuffarsi nei ricordi ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io avevo una cesta per le mie Barbie^^ e una cosa a parte per i vestiti ^___^

      La Pitzorno per me è un po' come Rodari, si puo' leggere benissimo a tutte le età (anche perchè ha fatto tipologie di romanzi davvero per tutti i gusti).

      Anche a me è piaciuta tanto GG , ma dimmi, pure te sei rimasta delusa dalle puntate speciali di Netflix? Io si, tantissimo :(

      Un bacione e buon ferragosto ^__^

      Elimina
  5. Anche io avevo Barbie Fiori di Pesco ma l'ho disintegrata come ogni altro giocattolo della mia infanzia.

    Seguivo volentieri Bayside School, ma Beverly Hills 90210 non sono mai riuscita a sopportarlo.. ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nooo come mai le disintegravi ? XD le sezionavi tipo telefilm americano dove c'è l'ora di biologia? XD

      Bayside School era davvero carinissimo, Beverly ad un certo punto era diventato troppo soap, infatti poi l'interesse cesso' dopo un paio di stagioni.

      Elimina
    2. Con le barbie finiva sempre che cercavo di modificare il trucco macchiandole, modificare i vestiti tagliuzzandoli, modificare l'acconciatura rasandole.. insomma venivano fuori bambole dell'orrore! xD

      Elimina
    3. quello che poi facevano tantissime bambine XD anche io ho tagliato i capelli ad una di loro, anche perchè ero stufa di vederle tutte coi capelli molto lunghi!

      Elimina
  6. Questi librini della Gaia Junior li ho visti in una splendida libreria dell'usato che frequento abbastanza spesso , e che ha tantissimi libri per l'infanzia/giovani adulti. Non mi hanno mai particolarmente colpito (nonostante le copertine belle), ma da come ne parli sembrano interessanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio davvero? io me li ricomprerei tutti XD anche perchè purtroppo tra trasloco e spazio molti ho li ho persi o li ho regalati.
      Ho visto che le nuove edizioni hanno copertine in stile Moccia, tipo "3 metri sopra il cielo " (brrrr) invece quello che avevo io erano dei disegni veri e propri fatti da artisti, ok sconosciuti, ma pur sempre artisti. Alcune copertine erano davvero splendide. Non esagero a dire che i libri della Gaia (davvero esistono storie di tutti i tipi e neanche poi cosi leggere), mi hanno poi fatta amare i romanzi che sto leggendo adesso, anzi forse mi hanno fatta amare proprio la lettura.

      Buon ferragosto Yue chan <3

      Elimina
  7. Primi baci, l'avevo rimosso XD c'era quella bionda con le treccine e gli occhiali che piaceva solo a me, ma non potevo dirlo altimenti mi avrebbero preso in giro XD. Gli anni '90 sono stati la golden age degli anime in italia (e dei terribili adattamenti).
    Tuttavia, il mio cuore rimane a fine anni '80 con He-man, ma adoravo anche Evelyn e la magia di un sogno d'amore e Benvenuta Gigì (minky momo), quando morì la prima Gigì rimasi sconvolto.
    Bayside School! Lisa, Screech, Slater! Meglio non indagare che fine hanno fatto gli attori e e cosa facevano sul set, ti rovineresti i ricordi (magari lo sai).


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Primi Baci XD La tizia si chiamava Annette, me la ricordo benissimo XD in ogni caso era una serie davvero low cost, mi ricordo che la spacciarono come "La nuova Beverly Hills" all'epoca, MADDDDOVE? XD

      Hai ragione per gli anime, io infatti negli anni 90 guardavo in egual misura quelli piu' recenti che passava Merdaset con le censure al limite del disgusto e quelli piu' vecchi sulle rete private (che erano molto interessanti).

      Oddio cosa facevano sul set? Cioè ho letto dell'attore di Screech che ha avuto diversi problemi anche con la legge, ma non ho indagato oltre.

      Elimina
  8. Eccomi!
    Che post carino!
    Volevo commentarlo da tempo, ma ho dovuto aspettare di essere di nuovo davanti allo schermo del mio computer per poterlo fare!

    Allora:
    - Credo anch'io di aver letto qualche libro della collana Gaia Junior (il nome mi dice qualcosa), ma purtroppo ora non mi viene in mente neanche un titolo (ho un vago ricordo che fossero libri con un leggera vena gialla);
    - per quanto riguarda i libri della mia infanzia, i primissimi sono stati delle trasposizioni sintetiche di alcuni classici Disney (Gli Aristogatti, Red & Toby Nemici Amici, etc): li vendevano in una libreria vicino al centro e me li facevo comprare da mia madre ogni volta che facevo qualche visita medica o analisi del sangue (subito dopo il cappuccino e cornetto del bar, ovviamente!). In un'occasione simile, ho costretto mia madre a comprarmi anche la versione libro dell'anime di Lady Oscar! Tra gli altri libri, una edizione illustrata de "Il libro della giungla", a cui ero davvero molto affezionata, regalo di mia zia.
    - Come tutte, anch'io ho avuto le mie Barbie, ma quello che mi attirava di più era la casa e tutto il relativo mobilio: avevo la casa di campagna, e ad ogni Natale mi facevo regalare i mobili di stanza e mi divertivo moltissimo a cambiare continuamente la disposizione delle stanze e dei mobili; la casa di Barbie era usata anche come "set" per i giochi con mio cugino: galvanizzati dalla visione di anime alla "Ken il Guerriero" ci sfidavamo in scontri all'ultimo sangue (io con Barbie, lui con Ken), e durante i combattimenti c'erano mobili che venivamo scaraventati da una parte all'altra, finestre e colonne divelte!
    - circa i cartoni animati, credo di aver visto tutto quello proveniente dal Giappone mandato in onda da tv nazionali e locali, tra gli anni '80 e '90;
    - stesso discorso per i telefilm (si intuisce che già allora non mi piacevano le attività all'aria aperta?): seguivo praticamente tutto da Supercar ai Chips, passando dall'Uomo dai Sei Milion di Dollari a Hazzard; tra i miei preferiti, Mai Dire Si e Moonlighting.
    Baci!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'ho scritto, ma esisteva una collana parallela che si chiamava "Giallo Junior" o qualcosa del genere. Probabilmente ti riferisci a quelli ^__^
      Perchè alla fine i Gaia di giallo avevano davvero poco o niente.

      Io di mobilio Barbie ho sempre avuto poco :( ricordo che appunto c'era sta mia vicina di casa che aveva una figlia pressapoco della mia età, con la casa di Barbie bellissima. Una mia cuginetta aveva il letto e qualcos'altro, ma la vedevo poco. Ho sempre desiderato (apparte il mio fetish per i vestiti XD) di avere appunto anche la casa, il camper e il mobilio. Vabbè, sarà per un'altra vita XD

      Dei telefilm che citi tu, ricordo solo Supercar, Chips e Hazzard. Venivano replicati il mattino, prima di McGyver se non ricordo male. QUindi quando ero a casa da scuola, qualcosa me lo vedevo.

      Elimina
    2. Giallo Junior? Possibile, anche se era il nome Gaia a dirmi qualcosa... magari dove io acquistavo gli uni, vendevano anche gli altri e per questo mi era rimasto impresso il nome....
      Baci

      Elimina
    3. Si, solitamente erano vicinissimi, anche in biblioteca! Baci :3

      Elimina